11/09/2018
Servizi a Rete

Tubazioni CASAFLEX© per il nuovo impianto di teleriscaldamento

 

Leccia è una frazione del comune di Castelnuovo Val di Cecina (PI). L’area, nel cuore delle colline metallifere della Toscana, è di notevole interesse per lo sfruttamento del calore endogeno per la produzione di energia elettrica, attività iniziata già agli inizio del ‘900. La disponibilità di cascami di vapore ad elevata entalpia lungo la rete di tubazioni costruite dall’ente gestore della risorsa geotermica ha permesso, come per altri centri limitrofi, la costruzione di un termodotto destinato al solo servizio di riscaldamento del centro abitato, oltre ad alcune utenze sparse situate in prossimità delle tubazioni. Nel corso della gestione degli impianti esistenti sono emersi alcuni problemi ricorrenti, che hanno influenzato decisivamente le scelte tecniche adottate, in fase di progettazione, per l’impianto di teleriscaldamento della frazione.

Queste possono essere brevemente riassunte come segue.

 
Caratteristiche morfologiche dell’area di interesse:

  • Presenza di forti variazioni di quota.
  • Variabilità della composizione geologica del suolo.
  • Presenza di frane e/o smottamenti.

 
Problematiche emerse nella gestione degli impianti preesistenti:

  • Notevoli costi per energia di pompaggio, dovuti alle lunghezze delle reti ed alla necessità di ricorrere a più salti termici per limitare i valori massimi delle pressioni.
  • Scarsa durata delle tubazioni in acciaio al carbonio, imputabile alla rottura delle guaine della coibentazione per attrito superficiale, a sua volta dovuto sia allo scorrimento per dilatazione termica della tubazione, sia a smottamenti o frane.
  • Frequente intasamento delle tubature per la formazione di prodotti della corrosione.
  • Problemi di regimazione idraulica causati dal difficile drenaggio degli incondensabili presenti all’interno delle tubazioni.
  • Frequenti problemi sui giunti saldati delle tubazioni.

Per le problematiche sopra esposte, e per la difficoltà aggiuntiva della posa in opera di tubazioni in acciaio al carbonio nell’area, derivante dalla necessità di eseguire numerose saldature in opera in condizioni non sempre ottimali, si è deciso di adottare una tubazione in acciaio inox flessibile.
Le tubazioni BRUGG Pipe Systems del tipo CASAFLEX© presentano molte caratteristiche adatte a minimizzare, e talvolta annullare, i punti deboli degli impianti esistenti, in quanto:

  • La flessibilità garantisce una distribuzione ottimale delle tensioni termiche residue (tubazioni autocompensanti).
  • Il profilo elicoidale permette un miglior drenaggio degli incondensabili.
  • L’acciaio inox evita parte dei problemi di corrosione riscontrati sulle tubazioni in acciaio, e limita la sensibilità della durata della tubazione all’integrità delle guaine della coibentazione.
  • La disponibilità in rotoli di notevole lunghezza permette di diminuire drasticamente le saldature in opera, punto debole di ogni impianto similare, fino al 90%.

 
Descrizione dell’impianto

La configurazione impiantistica prescelta prevede un sistema ad acqua sottoraffreddata, con un circuito del vapore, un sistema di scambio termico principale (scambiatore) e un circuito ad acqua calda a 90°C (sottoraffreddata). Prendendo come riferimento il sistema principale di scambio, il circuito del vapore costituisce il circuito primario, mentre il circuito ad acqua calda costituisce il circuito secondario. Pur non essendoci distinzione di continuità tra la tubatura di adduzione e la rete vera e propria di distribuzione, si può suddividere quest’ultima nelle dorsali che provvedono alla fornitura del fluido termovettore nelle varie zone del borgo. Le sezioni dei tubi nei rami principali e negli anelli sono adattate alle effettive portate che si realizzano nelle rispettive sezioni. La verifica idraulica delle tubazioni è stata effettuata utilizzando sia le relazioni che legano le perdite di carico alla portata, sia le tabelle fornite dal costruttore.
 
Problemi riscontrati durante la posa in opera

La posa della tubazione in rotoli della linea principale, composta da tubazioni CASAFLEX© 98/162, DN 80, è stata agevole, ad eccezione in alcuni punti del percorso, su tratti particolarmente ripidi e con limitati spazi di manovra per la presenza di vegetazione. La difficoltà è stata risolta utilizzando gli appositi supporti forniti da BRUGG Pipe Systems. L’adozione di questa tecnologia ha permesso di contenere o eliminare le problematiche riscontrate da parte del committente nel corso della gestione di impianti similari, costruiti con tubazioni in acciaio al carbonio.

 

BRUGG Pipe Systems
Via Luigi Bertolini Donnino, 27
29122 Piacenza (PC)
Italia

Ti potrebbero interessare anche

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete