07/06/2024
Servizi a Rete

Terna ed Edf pronti a partire con Sa.co.i 3

Prenderanno il via entro questo mese di giugno i lavori preliminari per la realizzazione del collegamento elettrico Sa.Co.I 3, opera di rilevanza strategica non solo per l’Italia, ma per il mercato elettrico europeo. Il progetto prevede la sostituzione dell’attuale rete che unisce Corsica, Sardegna e Toscana, ovvero il Sa.Co.I 2 in corrente continua a 200 kV, attivo dal 1992 e giunto al termine della vita utile. Inserito tra le opere di “interesse comune” europeo dal 2017 e più recentemente tra quelle che fanno capo al programma RepowerEU, il collegamento aumenterà e renderà più sicura la fornitura di energia elettrica tra i tre territori.

Una progettazione green

Protagonisti dell’opera Terna ed Edf, la società che gestisce la trasmissione elettrica in Francia, che poseranno in cinque anni due nuovi cavi Hvdc (high voltage direct current) a 200 kV.  Le tratte sottomarine arriveranno complessivamente a 120 km tra Italia e Corsica, mentre i cavi interrati saranno lunghi 20 km. La sua progettazione è stata sviluppata per ridurre gli impatti sul litorale ed evitare interferenze con la flora marina, per cui la posa dei nuovi cavi negli approdi avverrà con l’utilizzo della tecnologia no dig della perforazione teleguidata.

Un’opera da un miliardo

È stata anche prevista la costruzione di tre nuove stazioni di conversione Dc/Ac, con la relativa gara che è stata vinta dal consorzio Hitachi EnergyRazel becPellegrini. Verrà, inoltre, rinforzata la linea aerea esistente in territorio francese tra Lucciana e Bonifacio. Autorizzato dal nostro ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica (Mase) a settembre dello scorso anno, dopo aver ricevuto il via libera dalle autorità francesi ad agosto, il collegamento sarà realizzato con un investimento complessivo di circa un miliardo di euro.

I benefici

Una volta in esercizio, il Sa.Co.I.3 contribuirà al rafforzamento del mercato elettrico europeo, favorendo lo sviluppo delle fonti rinnovabili e aumentando la capacità di trasporto tra il Centro Nord e le Isole. Per quanto riguarda il nostro Paese, in particolare, garantirà una maggiore affidabilità e sicurezza della rete elettrica di trasmissione nazionale e una riduzione dei costi del Mercato per il Servizio di Dispacciamento. La sua realizzazione risponde anche alla necessità di Edf di aumentare il prelievo di energia presso la stazione elettrica di Lucciana, nella zona di Bastia.

Ti potrebbero interessare anche

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete