18/07/2017
Servizi a Rete

Teleriscaldamento: a Pomarance si sperimenta l’integrazione solare-biomasse


Sperimentare la possibile integrazione tra energia solare e reti di teleriscaldamento alimentate da centrali a biomasse. È l’obiettivo della convenzione siglata tra l’amministrazione comunale di Pomarance (Pisa) e l’Università degli Studi di Firenze. Un nuovo programma di lavoro che prosegue sul campo e con possibili esiti pratici immediati; la ricerca già avviata dal dipartimento di Ingegneria industriale dell’ateneo fiorentino punta alla valutazione delle prestazioni di innovativi collettori a concentrazione solare da utilizzare per alimentare gli impianti di distribuzione del calore.
A ospitare questa fase sperimentale e quindi il nuovo impianto a energia solare, è Geo energy service (Ges), il gestore del servizio di teleriscaldamento di Pomarance, presso la cui sede saranno installati i collettori progettati dall’ateneo fiorentino. Scopo della ricerca è valutare la possibile integrazione di calore da fonte solare su reti di teleriscaldamento alimentate da centrali a biomasse. In fase di definizione le modalità operative di collegamento con l’impianto.
Sono convinto che sfruttare ogni opportunità d’innovazione sia indispensabile per l’ambiente e per i cittadini […] Per questo ringrazio l’Università di Firenze per aver scelto il nostro territorio. Ci auguriamo che la sperimentazione dia i risultati attesi: integrare le biomasse con il solare può significare meno traffico, minor impatto ambientale, minori dispersioni in atmosfera e ottimizzazione dei costi, vantaggi di cui ci auguriamo di poter approfittare presto” ha commentato il sindaco di Pomarance Loris Martignoni.

Ti potrebbero interessare anche

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete