I paradigmi dell’energia cambiano con l’intelligenza artificiale

Lo sviluppo dei sistemi di intelligenza artificiale richiederà sempre più energia, tanto che la domanda di elettricità dei grandi sistemi di calcolo arriverà nel 2026 a superare i mille miliardi di KWh. Di conseguenza l’infrastruttura di distribuzione sarà chiamata a rispondere a nuove sfide, un report dell’IEA (Agenzia Internazionale dell’Energia) ci spiega quali sono.

I Servizi fognari e depurativi nel distretto Sarnese Vesuviano

Servizi a Rete TOUR 2023 | 27-28 settembre, GORI – Ercolano (NA)
Sessione “Il paradigma sostenibile: completamento degli schemi fognari e depurativi con la nascita delle fabbriche verdi

Le dimensioni che gli effetti del cambiamento climatico stanno assumendo impongono un veloce cambio di rotta anche nella gestione del SII: l’abbattimento dei gas a effetto serra e l’impegno per una società decarbonizzata non possono avvenire, infatti, senza il sostegno concreto dei servizi pubblici locali.

Le Azioni per la resilienza delle infrastrutture idriche in Italia

Servizi a Rete TOUR 2023 | 27-28 settembre, GORI – Ercolano (NA)
Sessione “Interventi e tecnologie per la resilienza delle infrastrutture

I cambiamenti climatici in atto hanno reso evidente che, nel futuro, dovremo confrontarci con scenari di scarsità di risorsa idrica e perciò i gestori del servizio idrico devono adottare rapidamente strategie mirate a mitigare il fenomeno aumentando la resilienza del sistema.

Tutela della risorsa idrica: dalla salvaguardia delle fonti alla distrettualizzazione delle reti idriche. Strategie, investimenti e tecnologie

Servizi a Rete TOUR 2022 | 19-20 ottobre, Acea Ato 2 – Roma
Sessione “Tutela della risorsa idrica e dell’ambiente

La gestione sostenibile della risorsa idrica è una priorità assoluta, tanto più in un contesto di ricorrenti crisi climatiche, sanitarie e sociali, e sempre più ridotta disponibilità idrica. Risulta fondamentale interpretare e anticipare in chiave gestionale la dinamicità dei sistemi naturali, studiando le dinamiche di ricarica naturale degli acquiferi e sviluppando modelli di previsione della disponibilità di risorsa.

Per Gruppo CAP 100milioni dalla Banca Europea per gli Investimenti per potenziare le infrastrutture nel settore idrico della Città metropolitana di Milano

La Banca Europea per gli Investimenti (BEI) sosterrà il piano industriale 2022-2025 del Gruppo CAP, che prevede interventi per circa €450 milioni in 5 anni. Il finanziamento, che si inserisce nelle politiche ambientali e nel Green New Deal della Regione Lombardia, contribuirà al miglioramento della copertura, della qualità e della resilienza dei servizi idrici del territorio servito da Gruppo CAP.

Workshop tecnico: soluzioni basate sulla natura (NBS) per l’adattamento al cambiamento climatico

Gruppo CAP vi invita al workshop gratuito online del 16 dicembre dedicato a tecnici e operatori del servizio idrico integrato, sulle possibili soluzioni innovative per superare i problemi legati alla gestione delle acque di pioggia nei contesti urbani. Saranno presentati gli approcci per adeguare i sistemi di drenaggio urbano in attuazione del regolamento Regionale (Lombardia) 23 novembre 2017 n. 7.

Ricavi oltre i 369 milioni di euro e 107 milioni di investimenti sul territorio. Risultati in crescita per il bilancio 2019 di Gruppo CAP

Gli investimenti in infrastrutture crescono del 13% rispetto al 2018, EBITDA a quota 109 milioni. Il gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano registra un anno da record che gli ha consentito di scendere in campo per fronteggiare la crisi economica supportando territorio e stakeholder. Sensibilità, Resilienza e Innovazione i punti cardine grazie ai quali l’azienda realizzerà una vera e propria rivoluzione green nel territorio puntando su economia circolare, innovazione, ricerca scientifica e digitalizzazione

Investimenti per 2,9 miliardi nel nuovo Piano industriale di Gruppo Hera

Approvato dal Consiglio di amministrazione, il documento al 2023 destina la maggior parte delle risorse, circa 1,9 miliardi, all’estensione, ammodernamento ed evoluzione tecnologica delle reti, con una quota significativa stanziata per il rinnovo dei misuratori. A fine quinquennio previsto un margine operativo lordo di 1,25 miliardi, in aumento di 219 milioni rispetto al 2018

Hera: investimenti nell’idrico sopra la media nazionale

Lo dice il nuovo report di sostenibilità In buone acque, pubblicato nei giorni scorsi dalla multiutility. 150 i milioni di euro investiti nel ciclo idrico lo scorso anno, il 20% in più della media nazionale. Oltre la metà è destinato agli acquedotti, circa un terzo alle reti fognarie e la parte restante ai sistemi di depurazione. Risorse che puntano a rendere più efficienti e resilienti le infrastrutture e il servizio sempre più sostenibile e green

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete