In arrivo in Friuli-Venezia Giulia i fondi Pnrr per fognature e depurazione

Il via libera della Giunta regionale all’accordo di programma siglato con ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica (MASE) e con l’Autorità unica per i servizi idrici, sblocca il pacchetto da 12,5 milioni di euro che la Regione si era aggiudicata sui fondi Pnrr destinati alle opere in ambito fognature e depurazione. Partono, quindi, sei progetti che interessano altrettanti comuni.

Un masterplan per connettere gli acquedotti del Friuli-Venezia Giulia

AcegasApsAmga, Acquedotto del Carso, Acquedotto Poiana, CAFC, Hydrogea, Irisacqua e LTA – i sette gestori idrici della regione Friuli-Venezia Giulia – si sono costituiti in un raggruppamento temporaneo d’impresa per lavorare a un programma di opere funzionali a interconnettere le loro reti. L’obiettivo è di garantire la sicurezza nell’approvvigionamento idrico ai territori alla luce delle sfide generate dai cambiamenti climatici.

Friuli Venezia Giulia: nuovi incentivi per il teleriscaldamento a biomasse

La Regione ha inserito nel Piano energetico regionale nuovi contributi per la realizzazione e il potenziamento di piccole centrali a biomasse e per lo sviluppo di reti di distribuzione del calore da esse generato. Una scelta in linea con la politica seguita negli ultimi 10 anni, dove non è mai mancato il sostegno alla realizzazione di district heating alimentati con combustibili di origine vegetale

Regione Friuli contro il metanodotto Trieste – Grado – Villesse

La Regione è ricorsa al Tar del Lazio contro il decreto del Ministero dell’ambiente che ha dato parere positivo alla realizzazione del progetto presentato da Snam. A motivare l’opposizione all’opera l’analoga posizione assunta dalla Regione verso la costruzione di un impianto di rigassificazione a Trieste cui la nuova rete è funzionalmente collegata

Friuli Venezia Giulia: 95 milioni per evitare le sanzioni Ue

La Regione ha trovato le risorse per porre rimedio alle inadempienze in tema di depurazione sottoposte a procedura di infrazione comunitaria. Tra le principali opere, l’ammodernamento del depuratore di Servola, a Trieste, per 52,5 milioni di euro, il potenziamento del collettamento dei reflui nei comuni della provincia di Udine e dell’impianto di depurazione a servizio della provincia di Gorizia

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete