MASE, approvato il decreto che promuove le comunità energetiche

È stato pubblicato, sul sito del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, il decreto che stimola la nascita e lo sviluppo delle Comunità energetiche rinnovabili e dell’autoconsumo diffuso in Italia. L’entrata in vigore dello stesso è avvenuta contestualmente all’approvazione, dato il precedente nulla osta della Commissione europea.

Acquedotto Lucano e GSE per lo sviluppo sostenibile del ciclo idrico

Il gestore idrico della Basilicata ha siglato un Protocollo d’intesa con il GSE che mira a favorire la sostenibilità delle infrastrutture, attraverso interventi di efficientamento energetico e lo sfruttamento delle fonti rinnovabili. L’obiettivo è migliorare l’autonomia energetica del sistema, in modo da liberare risorse da investire per elevare ulteriormente la qualità del ciclo idrico in tutto il territorio.

Water Alliance, GSE e Regione Lombardia insieme per lo sviluppo sostenibile delle infrastrutture idriche

Le tre realtà hanno siglato un patto istituzionale per supportare la sostenibilità della gestione del ciclo idrico sul territorio lombardo. L’accordo, della durata di tre anni, mira in particolare a favorire interventi di efficientamento energetico e di integrazione delle fonti rinnovabili, e a promuovere la riduzione dei consumi in tutti gli asset gestiti dalle 13 aziende idriche pubbliche della rete Water Alliance.

Pubblicato l’Avviso pubblico per gli incentivi PNRR per il teleriscaldamento

Arrivato l’Avviso pubblico per la presentazione delle proposte per accedere ai finanziamenti per un totale di 200 milioni previsti dal PNRR per lo sviluppo di sistemi di teleriscaldamento o teleraffrescamento efficiente. Le domande possono essere presentate fino al 6 ottobre attraverso il portale accessibile dall’Area Clienti del sito del GSE

Il teleriscaldamento in Italia è una realtà diffusa e consolidata

Lo dice il report Teleriscaldamento e teleraffrescamento in Italia, alla sua prima edizione, realizzato dal Gse che fa il punto sulla diffusione della tecnologia sulla base dei dati del 2017. Circa 300 le reti presenti, con Lombardia, Piemonte ed Emilia-Romagna in testa alla classifica delle volumetrie servite. Si diffonde anche il teleraffrescamento, 32 reti presenti

Teleriscaldamento e stoccaggio del calore: le Regioni chiedono approfondimenti

La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha espresso delle raccomandazioni sul documento del Gse su teleriscaldamento e cogenerazione efficiente. La richiesta comprende l’articolazione su base regionale e provinciale del potenziale delle due tecnologie, la valutazione del potenziale di efficientamento dei sistemi attraverso il ricorso agli stoccaggi termici e delle possibilità di sviluppo del teleraffrescamento.

Stato dell’arte e prospettive per la cogenerazione e il teleriscaldamento secondo il Gse

Il Gestore dei servizi energetici (Gse), dopo averlo trasmesso al Ministero dello sviluppo economico, ha reso pubblico lo studio “Valutazione del potenziale nazionale di applicazione della cogenerazione ad alto rendimento e del teleriscaldamento efficiente”. Il rapporto comprende una descrizione approfondita della domanda e dell’offerta di energia termica (settori, impieghi, localizzazione geografica, fonti, tecnologie) e una stima, effettuata sulla base di criteri tecnici ed economici, della domanda potenzialmente soddisfacibile tramite cogenerazione ad alto rendimento e sistemi di teleriscaldamento efficiente.

Il potenziale italiano nella cogenerazione e teleriscaldamento

Ammonta a 3.320 ktep e a 1.161 ktep la quota di domanda di energia termica che il nostro Paese potrebbe soddisfare attraverso, rispettivamente, la cogenerazione ad alto rendimento e il teleriscaldamento efficiente. A dirlo sono i dati di uno studio realizzato dal Gestore dei servizi energetici che ha valutato il potenziale delle due tecnologie sulla base di criteri tecnici ed economici.

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete