Il progetto di teleriscaldamento di Edison tenta Borgo San Dalmazzo

È all’esame dell’amministrazione comunale il progetto presentato da Edison teleriscaldamento per la realizzazione di un sistema di distribuzione del calore a servizio del comune della provincia di Cuneo. Il progetto, allo stato ancora preliminare, prevederebbe la posa di una rete dell’estensione di 9 chilometri, garantendo un drastico abbattimento delle emissioni nocive.

A Estra Clima il teleriscaldamento di Ancona

Estra Clima, la società di servizi energetici del gruppo Estra, ha acquisito Termas, azienda proprietaria di un impianto di cogenerazione e di una rete di teleriscaldamento nel capoluogo delle Marche. L’impianto ha una potenza termica di 19 MW e il calore generato viene distribuito a diverse utenze pubbliche e private attraverso una rete della lunghezza di 4,5 chilometri

Engie festeggia dieci anni di teleriscaldamento a Biella

Avviato nel 2009, il servizio raggiunge oltre 260 immobili, garantendo energia termica per il riscaldamento e l’acqua sanitaria a 25.000 cittadini, pari a circa il 60% della popolazione. Notevoli i vantaggi anche sul piano ambientale, con la mancata emissione di 55.000 tonnellate di CO2. Intanto la società continua a sviluppare l’infrastruttura, puntando a collegare alla rete il 75% degli abitanti

Avviati i lavori per il teleriscaldamento a Piancastagnaio

Aperto il cantiere per la realizzazione del primo dei tre lotti della rete di distribuzione del calore a servizio del centro storico del comune dell’Amiata. L’infrastruttura, di proprietà del Comune, sarà gestita da GES (Geo Energy Service) e fornirà calore pulito proveniente dal campo geotermico di Enel Green Power a circa 1100 utenze, per un totale di oltre 4000 abitanti

Teleriscaldamento sostenibile: partnership tra Engie e L’Oreal

L’intesa riguarda il sistema di Settimo Torinese: il big dei cosmetici cederà l’acqua recuperata, depurata e purificata del suo sito di produzione a Engie che la utilizzerà come acqua di reintegro della propria rete. Un esempio di economia circolare che permetterà soddisfare, evitando lo spreco di nuova risorsa idrica, ben il 20% del fabbisogno di acqua della rete della lunghezza di 47 km

Il Comune di Terni rilancia il progetto del teleriscaldamento

L’amministrazione cittadina pronta a dare una svolta al progetto lanciato circa 20 anni fa, che prevedeva l’utilizzo del calore di scarto del sito di Acciai Speciali Terni per alimentare la rete che doveva fornire calore a 4000 utenze dei quartieri di Borgo Bovio e Sant’Agnese. Rete impianti sono stati realizzati, ma una serie di problemi tecnici ha impedito l’avvio del servizio

Uni: nasce la commissione sul teleriscaldamento e teleraffrescamento

La Commisione Uni/Cti 235, creata nell’ambito del Comitato termotecnico italiano (Cti), avrà il compito di elaborare norme a supporto del teleriscaldamento e teleraffrescamento. Tra i temi dei quali si occuperà, l’accesso di impianti terzi alle reti, la continuità e sicurezza del servizio, l’efficienza energetica e il metering

Cogenpower festeggia i 10 anni del teleriscaldamento di Borgaro Torinese

La società ha celebrato la ricorrenza nel comune della cintura torinese consegnando il Premio sostenibilità ambientale a quelle realtà che aderendo al servizio hanno ridotto le loro emissioni. In 10 anni, il sistema alimentato da una centrale di cogenerazione, grazie all’adesione quasi totale della popolazione, ha distribuito 191.000.000 di kWh termici, evitando le emissioni in atmosfera di 40.000 tonnellate di CO2

In arrivo il teleriscaldamento geotermico a Piancastagnaio

Grazie all’accordo con Enel Green Power, entro due anni, il comune che sorge sul versante senese dell’Amiata potrà usufruire di un sistema di distribuzione del calore proveniente da geotermia. I lavori potrebbero partire già alla fine dell’anno e i primi allacciamenti completati per la fine del prossimo. Si allunga così la lista dei centri toscani teleriscaldati da fonte geotermica, che attualmente conta otto comuni

Completato il primo lotto del teleriscaldamento a Cuneo

Wedge Power ha concluso la parte dei lavori per il primo tratto di rete, posando 16 chilometri di tubazioni. Manca da concludere l’ultimo tratto di collegamento con la centrale, con l’obiettivo di attivare il servizio entro Natale. Nei mesi successivi si procederà con il resto dell’opera che comprende in totale la posa di 45 chilometri di condotte con un investimento di 50 milioni di euro

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete