A Finale Emilia nuovo impianto per la distribuzione del biometano

Sarà operativo entro la fine dell’anno, a Finale Emilia (MO), l’impianto BiRemi™ per la distribuzione gas, che trasformerà la rete esistente in una nuova infrastruttura evoluta per la captazione del biometano e la sua ripartizione attraverso la rete di trasporto nazionale. Il progetto, nato dalla partnership tra AS Retigas e Pietro Fiorentini, risponde alle linee guida della delibera ARERA 404/2022/R/gas.

Edison Next acquisisce il teleriscaldamento di Cesano Boscone

La società del Gruppo Edison ha rilevato il 100% del capitale sociale di Prometheus Energia, l’azienda che aveva costruito e gestiva il sistema alimentato da una centrale di cogenerazione a biomassa. Il nuovo proprietario ha in programma un progetto di potenziamento del servizio, attraverso l’ottimizzazione dell’impianto e la costruzione di 12,5 nuovi chilometri di rete.

Teleriscaldamento Varna-Bressanone e ASM Bressanone potenziano la centrale di Varna

Sono iniziati i lavori nel bolzanino per l’ampliamento della centrale di cogenerazione che fornisce energia elettrica e termica ai comuni di Varna e Bressanone. Il nuovo impianto consentirà di aumentare la quantità di energia prodotta da biomassa, riducendo il consumo di gas naturale. Il costo sarà di circa 18 milioni dei quali 2,3 finanziati da contributi provinciali.

Eco-center metterà in rete il biometano dell’impianto di Lana

L’impianto, dove vengono trattati i rifiuti organici dell’Alto Adige, attualmente produce biogas utilizzato per la produzione di energia termica ed elettrica. Quest’ultima però sfruttata solo in piccola parte, in quanto il sito è troppo distante da agglomerati urbani e reti di teleriscaldamento. Da qui la decisione della Provincia di Bolzano di ottimizzare l’impianto producendo biometano da immettere nell’infrastruttura gas.

Un sistema di teleriscaldamento per Sauze d’Oulx

Procedono nel piccolo centro della val di Susa i lavori per realizzare il sistema di distribuzione del calore. A occuparsi della sua realizzazione e a gestire l’impianto è Meco Sauze, società creata da Metan Alpi ed Ecotermica Servizi. Alla fine dello scorso anno sono partiti i lavori per la posa della rete che si estenderà per 8 chilometri e da poco anche quelli per la centrale termica, che prevede anche una sezione alimentata a biomasse.

Una nuova centrale di backup per il teleriscaldamento di Crema

L’amministrazione comunale ha approvato il progetto di Linea Green (gruppo A2A) per la costruzione della nuova centrale che permetterà di migliorare la gestione e l’affidabilità del servizio e di allacciare all’infrastruttura nuove utenze. La centrale sarà costituita da due caldaie a gas naturale della capacità massima di 10 MW ognuna e funzionerà nei mesi invernali, per fare fronte al picco della domanda di calore.

Il teleriscaldamento di Bressanone sempre più green

Ora c’è anche il calore di scarto di tre realtà industriali del territorio ad alimentare il sistema che distribuisce energia termica alla cittadina dell’Alto Adige. Una strategia che ASM Bressanone vuole sfruttare ulteriormente, grazie a nuovi accordi con altre realtà produttive che potrebbero tradursi in realtà nel corso dell’anno, per continuare a diversificare le fonti energetiche, puntando sempre più su quelle rinnovabili e innovative, e affrancarsi dal metano.

Il calore di scarto dell’acciaieria per il teleriscaldamento di Aosta

Telcha, la società che gestisce il servizio in città, ha siglato un accordo con Cogne Acciai Speciali che le permetterà di beneficiare del calore recuperato dai circuiti di raffreddamento dell’acciaieria per alimentare la rete. Un esempio di economia circolare che nasce da una sinergia virtuosa tra le due realtà e che permetterà di ridurre di ulteriori 3.000 tonnellate all’anno le emissioni di CO2

I comuni della Valtellina puntano sul teleriscaldamento a biomassa

Tovo, Mazzo di Valtellina e Lovero hanno scelto di dotarsi di un sistema di teleriscaldamento alimentato a biomassa legnosa per il loro approvvigionamento di energia termica. Un progetto 100% green, che sfrutterà la biomassa derivante dalla gestione dei boschi, rendendo le tre località indipendenti dalle fonti fossili e promuovendo l’economia circolare. A supportarli nel progetto FIPER e il Politecnico di Milano come partner tecnico.

Partiti i lavori per il teleriscaldamento di Alpignano

Entrerà in funzione per la stagione termica 2022-2023 il sistema di teleriscaldamento a servizio della cittadina in provincia di Torino. A realizzarlo è Edison Next, nuova divisione del gruppo Edison. Il calore sarà prodotto da una centrale di cogenerazione alimentata a gas, mentre a distribuirlo sul territorio provvederà una rete dell’estensione di 3,1 chilometri

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete