Il teleriscaldamento di Bressanone sempre più green

Ora c’è anche il calore di scarto di tre realtà industriali del territorio ad alimentare il sistema che distribuisce energia termica alla cittadina dell’Alto Adige. Una strategia che ASM Bressanone vuole sfruttare ulteriormente, grazie a nuovi accordi con altre realtà produttive che potrebbero tradursi in realtà nel corso dell’anno, per continuare a diversificare le fonti energetiche, puntando sempre più su quelle rinnovabili e innovative, e affrancarsi dal metano.

Inaugurato il teleriscaldamento di Lonato del Garda

Il sistema, realizzato in collaborazione dalla multinazionale dell’energia Engie e il gruppo siderurgico Feralpi con un investimento di 4 milioni di euro, è entrato ufficialmente in esercizio. Ad alimentare la rete una centrale che utilizza il calore recuperato dai processi dell’acciaieria per fornire energia termica a gran parte degli edifici pubblici e ad alcune utenze private, il cui numero è in costante crescita

Il teleriscaldamento centrale per l’economia circolare e la transizione energetica

Lo ha sottolineato Lorenzo Spadoni, presidente di AIRU, intervenendo alle audizioni periodiche di ARERA sul Quadro Strategico 2019-2021. Una tecnologia flessibile e l’unica in grado di recuperare e integrare diverse fonti di calore, da quello di scarto dei processi produttivi a quello generato da fonti rinnovabili a quello cogenerato, fornendo un servizio efficiente e sostenibile ai cittadini

Avviata la costruzione della rete di teleriscaldamento a Lonato del Garda

L’opera prevede la posa di 5 chilometri di rete che alimenterà diverse utenze pubbliche della cittadina in provincia di Brescia. Ad alimentare l’infrastruttura il calore recuperato dai forni dell’impianto siderurgico di Feralpi, protagonista del progetto insieme al colosso dell’energia Engie. Per la realizzazione dell’intero sistema le due realtà hanno stanziato un investimento di 4 milioni di euro

Il calore di “Feralpi” per teleriscaldare il basso Garda

Il gruppo, tra i principali operatori siderurgici in Europa, ha presentato un progetto per realizzare una rete di teleriscaldamento a Lonato, alimentata con il recupero del calore di scarto delle suoi processi produttivi. Favorevole il Comune, che ha dichiarato pieno appoggio all’iniziativa, la quale potrebbe essere realizzata entro un paio di anni ed essere estesa anche ai territori limitrofi.

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete