BIM GSP entra nella rete ViveracquaLab

Il network dei laboratori dei gestori di Viveracqua si amplia con l’ingresso del gestore idrico della provincia di Belluno, che va ad aggiungersi alle altre 8 società che già ne fanno parte. Un progetto virtuoso, nato nel 2018 per mettere a fattor comune competenze tecnico-scientifiche e le capacità industriali per assicurare ai cittadini del veneto un’acqua sicura e di qualità.

Alto Trevigiano Servizi estende la rete fognaria di Istrana

Dureranno circa un anno i lavori per portare la rete fognaria nella parte est del territorio della cittadina in provincia di Treviso a beneficio dell’ambiente e di quasi 1100 abitanti equivalenti ancora non serviti. Il progetto, del valore di 2 milioni di euro, prevede la posa di 2,3 chilometri di condotte e la realizzazione di due stazioni di sollevamento. Al contempo nell’area verranno sostituite anche circa un km di tubazioni per il trasporto di acqua potabile.

I gestori veneti fanno squadra per tutelare la qualità e la sicurezza dell’acqua

I 13 gestori idrici hanno unito le loro forze per arrivare allo sviluppo di un Piano di sicurezza dell’acqua applicabile a tutta la regione. Le metodologie condivise sono state testate sull’impianto acquedottistico di Villaverla, per valutarne l’efficacia sulla fase di captazione e analizzare eventuali rischi e azioni da apportare per tutelare la risorsa. Un risultato frutto di 4 anni di lavoro, che ha permesso di instaurare una rete di collaborazione strategica per affrontare le sfide comuni

Alto Trevigiano Servizi: partiti i lavori per il tunnel fognario a Treviso

Da tempo il gestore idrico del Veneto Orientale porta avanti il progetto di potenziamento del sistema fognario nella città. Progetto che ora compie un salto di qualità con la realizzazione di un tunnel che, scorrendo sotto il fiume Sile e la ferrovia, consentirà al centro storico, del tutto privo di rete, di allacciarsi alla fognatura per portare i reflui a depurazione. Per la sua realizzazione è stata scelta la tecnica no-dig del microtunnelling

Viveracqua punta a far crescere e potenziare la rete Viveracqua Lab

Dopo la positiva esperienza del primo triennio di attività, i gestori di Viveracqua hanno rinnovato per altri 4 anni il contratto con la rete di laboratori alla quale aderiscono 8 delle 12 società idriche venete consorziate. La rete ha eseguito l’analisi di circa 1,47 milioni di parametri l’anno, pari all’80% del totale del fabbisogno dei gestori. Ora si vuole potenziare la sua capacità, portandola a 2,4 milioni di analisi

ATS: una rete fognaria a tutela delle Colline del Prosecco

Partiranno entro l’estate i lavori per la realizzazione di una nuova rete fognaria nel comune di Valdobbiadene. L’opera permetterà di dotare di un’infrastruttura per la raccolta dei reflui una buona parte della frazione di Guia, a tutela delle falde e dei corsi superficiali della zona e, più in generale, di un territorio classificato patrimonio dell’umanità dall’Unesco.

Alto Trevigiano Servizi: al via i cantieri acqua e fognatura a Treviso

Ad ampio raggio i cantieri che partiranno nei prossimi mesi e che interesseranno le reti acquedottistiche e fognarie di quattro aree della città. Verranno sostituiti circa 1,4 chilometri di vecchie condotte di distribuzione acqua con nuove tubazioni in ghisa, per efficientare le reti e ridurre le perdite, e posati circa 1,5 chilometri di condotte fognarie, in modo da creare una linea dedicata alle acque nere ed estendere il servizio a più di 1000 abitanti

ATS sceglie il no-dig per realizzare il collettore fognario a Treviso

Sarà realizzato con la tecnologia del microtunnelling il primo tratto del nuovo collettore fognario che il gestore realizzerà nella città e che consentirà di collegare un pezzo del centro storico ancora privo del servizio fognario al depuratore. La prima parte dei lavori prevede la posa di 500 metri di condotte, per una spesa di 2,5 milioni di euro

Alto Trevigiano Servizi: un nuovo collettore per Possagno e Cavaso del Tomba

Il gestore idrico del Veneto Orientale costruirà una nuova infrastruttura che consentirà di convogliare i reflui dei due comuni del trevigiano a impianti di trattamento centralizzati. L’opera sarà realizzata con un investimento di 1,6 milioni di euro e 9 mesi di lavoro e permetterà di razionalizzare ed efficientare il sistema di raccolta e trattamento delle acque nere e di collegare alla rete zone del territorio non ancora servite

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete