21/02/2023
Servizi a Rete

Soluzione SOFREL OPC UA per il TLC – la comunicazione con il campo per la gestione cybersicura del dato

L’architettura di un sistema di supervisione prevede il più delle volte, per la comunicazione degli apparati di telecontrollo verso il posto centrale o SCADA, l’utilizzo di una interfaccia di protocollo.

Questa soluzione consente l’accesso a tutti i dati (valori correnti, allarmi, report, bilanci, impostazioni di gestione, inoltro di comandi di gestione), ma in passato non sempre ha permesso di comunicare con il campo in modo protetto.

Infatti, in molti casi, il software di interfaccia di protocollo opera senza l’integrazione evoluta della cybersecurity (protezione limitata all’eventuale utilizzo di una VPN per esempio in un area di rete DMZ dedicata).
 

Per sfruttare al meglio e senza modificare o sostituire una infrastruttura di rete informatica esistente, utilizzando le risorse software in maniera maggiormente agile con tutte le nuove tecnologie di comunicazione, LACROIX Environment ha da tempo inserito tra le proprie soluzioni quella dell’architettura OPC DA prima, OPC UA oggi.

OPC Unified Architecture (OPC UA) è un insieme di protocolli di comunicazione liberamente disponibile, progettato specificamente per l’automazione industriale. Questo consente lo scambio di informazioni e dati sui dispositivi all’interno di strumentazione anche complessa, così come tra strumenti e sistemi di supervisione.

L’OPC UA mette a disposizione un metodo semplicemente software per sfruttare i dati che generano gli apparati di telecontrollo, ampliando in particolare i vantaggi offerti dell’Internet delle cose (IoT). Tutto ciò rimuove dunque agli utenti le barriere imposte dai protocolli proprietari.

In particolare OPC UA (Standard aggiornato e aperto all’ambiente IP), integra nativamente la comunicazione multi-macchina con gli aspetti di sicurezza, ma soprattutto della sicurezza IT.

Le componenti principali sono i protocolli di trasporto e il modello dei dati.

Nel livello di trasporto sono definiti due diversi meccanismi ottimizzati per differenti casi d’uso:

  • un protocollo TCP binario per la comunicazione intranet ad alta performance
  • un protocollo basato sui Web Service per la comunicazione internet firewall-friendly.

LACROIX Environment si è impegnata pienamente in questo approccio, gestendo internamente lo sviluppo del software per server OPC, per consentire ai maggiori supervisori industrali con un’interfaccia «OPC client» di comunicare in OPC UA con tutte le RTU e tutti i Data Logger a marchio SOFREL.

 
Le principali caratteristiche sono:
  • Accesso diretto a tutti i dati generati dalla rete di RTU & Data Logger
  • Trasmissione di setpoint e parametri di funzionamento
  • Gestione della ridondanza di comunicazione con ciascuna unità terminale remota
  • Presentazione dei servizi disponibili sotto forma di elenchi
  • Gestione del riconoscimento degli allarmi

 

Queste funzionalità portano ad usufruire dei seguenti benefici:
  • Apertura di tutte le apparecchiature SOFREL di tutte le generazioni a sistemi SCADA industriali
  • Gestione della comunicazione secondo criteri di sicurezza informatica di rete
  • Multiprotocollo ( per quanto ci riguarda tutte le declinazione di SOFBUS e LACBUS )

Per essere più precisi, dal punto di vista funzionale e software, lo scopo non è quello di elaborare o registrare i dati ricevuti ma semplicemente di fungere da gateway per una supervisione spesso non completamente compatibile.

Cogliamo l’occasione per sottolineare come, l’utilizzo del SOFREL OPC UA Server, consente anche di gestire gli aggiornamenti della configurazione dei Data logger LS/LT/DL4W  tramite GPRS, NbIoT, LTE-M.

 
Riassumendo, la soluzione OPC UA come intefaccia di protocollo per la comunicazione  permette:
  • La comunicazione diretta con gli apparati di telecontrollo SOFREL
  • Il trasferimento dei dati storicizzati
  • Porte di comunicazione definite e modificabili (nel caso sia necessario interporre un firewall)
  • Invio della configurazione da remoto nel caso dei Data Logger

Con la massima attenzione alle prestazioni ed all’affidabilità, ogni supervisore con un’interfaccia «OPC client» viene prima convalidato da LACROIX Environment. Un elenco dei supervisori convalidati è disponibile su richiesta o sul sito web di LACROIX Environment.

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ti potrebbero interessare anche

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete