09/09/2021
Servizi a Rete

Smart metering l’esperienza del Gruppo CAP: letture da remoto nel periodo del “distanziamento sociale”

 

 


Marcoandrea Muzzatti – Gruppo CAP
Enrico Luigi Parodi – WaterTech

 
Il Gruppo CAP – che eroga il servizio idrico integrato nella provincia di Milano – ha circa 2.000.000 di utenti attraverso oltre 280.000 contatori di utenza di cui il 46% dotato di tecnologia di telelettura.

Il Gruppo, attraverso queste tecnologie ed in particolare attraverso l’evoluzione dai sistemi drive by alla reti fisse, è riuscito, nel periodo del lockdown, a mantenere un presidio sui consumi d’utenza che ha permesso di continuare a monitorare l’andamento degli indicatori di perdita e percepire le modiche dei consumi delle utenze causati dall’emergenza Covid.

Le prime sperimentazioni

Il Gruppo CAP ha iniziato le prime sperimentazioni sullo smart metering nel 2015 attraverso l’installazione di 250 contarori di 4 produttori differenti con l’obiettivo di realizzare un unico sistema di raccolta dati prima in modalità Drive By e successivamente attraverso l’installazione di una rete fissa.

Smartizzazione di contatori

Nel 2016 parte un nuovo progetto per la smartizzazione di 10.000 contatori già installati presso le utenze.
Questi contatori:

  • sono predisposti per la telelettura
  • hanno una vita metrologia rispetto al DM93/17 sufficientemente ampia
  • utilizzano teconologia 169 Mhz Drive-By scalabile su rete fissa

Dopo queste due fasi sperimentali il Gruppo CAP delinea la strategia di rinnovamento del parco contatori tenendo in considerazione:

  • il DM93/17
  • l’evoluzione dei nuovi sistemi di comunicazione IoT
  • gli obiettivi di qualità tecnica ed in particolare l’indicatore M1

La volontà di dotarsi di strumenti in grado di sensibilizzare gli utenti sui propri consumi prevede la smartizzazione dell’intero parco contatori in 10 anni.
 

 

Ti potrebbero interessare anche

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete