07/05/2024
Servizi a Rete

Risorse europee per la ricarica ultraveloce di Edison Next

C’è anche quello di Edison Next tra i 42 progetti selezionati dall’Unione europea nell’ambito del quinto bando legato al programma Alternative Fuels Infrastructure Facility (Afif), inserito nel programma Connecting Europe Facility, che intende implementare in tutta Europa lo sviluppo di una rete di trasporto sostenibile sia elettrica sia a idrogeno lungo i corridoi transeuropei Ten-T e che per l’Italia ha come implementing partner Cassa Depositi e Prestiti. La società Gruppo Edison che accompagna aziende, pubblica amministrazione e territori nel loro percorso di decarbonizzazione e transizione ecologica, riceverà un contributo a fondo perduto di oltre 5,2 milioni di euro per la sua iniziativa finalizzata allo sviluppo di punti di ricarica ultraveloci in tutta la Penisola. Le risorse vanno a integrare gli investimenti già previsti dalla società.

Il progetto

Il progetto di Edison Next prevede l’installazione nei prossimi due anni e mezzo di 174 punti di ricarica ultraveloce in 47 località da Nord a Sud, alimentati interamente da energia rinnovabile certificata da Garanzie di Origine. In particolare, 134 punti di ricarica avranno una potenza di 150 kW per soddisfare le esigenze dei mezzi leggeri, mentre gli altri 40 punti saranno dotati di una potenza di 350 kW per i mezzi pesanti.

Favorire la diffusione dei veicoli elettrici

Obiettivo del progetto è ridurre le disparità tra le regioni italiane installando punti di ricarica da 150 kW prevalentemente nel Sud e nel Centro Italia, per favorire in queste aree la diffusione dei veicoli elettrici leggeri. Al tempo stesso intende accelerare l’introduzione di punti di ricarica da 350 kW per veicoli pesanti soprattutto nella rete del Nord Italia.

I punti di ricarica saranno dotati di tecnologie avanzate e verranno posizionati entro due chilometri dagli svincoli autostradali, in aree altamente trafficate, situate lungo i corridoi Trans-European networks transport (Ten-T) – Rete transeuropea dei trasporti – che attraversa l’Italia collegandola con il resto d’Europa.

Un contributo alla mobilità sostenibile

«Il programma Cef Transport è uno strumento finanziario essenziale per la concretizzazione di iniziative di valore aggiunto nell’ambito della mobilità sostenibile – ha dichiarato Marco Carvelli, responsabile Area E-mobility di Edison Next -. L’aggiudicazione di questo finanziamento conferma la strategicità dei progetti di e-mobility che stiamo sviluppando, riconoscendone i significativi benefici per i territori. Ci dà l’opportunità di contribuire concretamente alla diffusione di una rete infrastrutturale italiana di trasporto elettrico capillare e connessa con l’Europa, favorendo il raggiungimento degli obiettivi di decarbonizzazione nazionali ed europei».

Ti potrebbero interessare anche

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete