08/07/2024
Servizi a Rete

Regione Veneto: sette milioni di euro per teleriscaldamento e teleraffrescamento

La Regione Veneto punta a incrementare la produzione energetica da fonti rinnovabili. l’Assessore regionale allo sviluppo economico ed energia, Roberto Marcato, ha annunciato l’approvazione in Giunta del nuovo bando che mette a disposizione di sette milioni di euro di fondi per iniziative volte alla creazione di nuove reti di teleriscaldamento e teleraffrescamento oppure all’ampliamento e all’ammodernamento di impianti già esistenti, localizzati nelle Aree Interne della Regione (Unione Montana Spettabile Reggenza dei Sette Comuni, Unione Montana Comelico, Contratto di foce – Delta del Po, Unione Montana Agordina, Alpago Zoldo e Cadore).

Destinatari e tempistiche

Affidato ad AVEPA per la parte gestionale, il bando è aperto a micro, piccole, medie e grandi imprese (incluse le Cooperative senza scopo di lucro), Pubbliche Amministrazioni limitatamente a Comuni, Unioni di Comuni (L.R. n. 18/2012), Unioni Montane (L.R. n. 40/2012), Comuni capofila di convenzioni stipulate entro la data di presentazione della domanda (all’art 5 della L.R. n. 18/2012) e Province che realizzano gli interventi oggetto di finanziamento nelle Aree interne.

Questo rientra nell’Azione 2.2.2b “Realizzazione, efficientamento sostenibile, recupero e ampliamento reti di teleriscaldamento/teleraffrescamento” del PR Veneto FESR 2021-2027, sarà pubblicato all’interno del prossimo Bollettino Ufficiale regionale e sarà disponibile, con la relativa modulistica nella sezione “Bandi, Avvisi e Concorsi” del sito della Regione Veneto. Le domande di partecipazione potranno essere presentate dalle ore 10.00 del 3 settembre 2024 alle ore 17.00 del 30 ottobre 2024

Il teleriscaldamento – spiega l’Assessore Roberto Marcatoconsiste nella produzione e nel trasporto dell’energia termica da una o più fonti di produzione verso una pluralità di edifici o siti di utilizzazione, per l’approvvigionamento di energia termica per il riscaldamento o il raffreddamento di spazi, per processi di lavorazione e per la copertura del fabbisogno di acqua calda sanitaria. È un sistema semplice, sicuro ed economico, che porta indubbi vantaggi alla collettività quale sistema di riscaldamento efficiente e sostenibile. Per questo intendiamo sostenerlo”.

Ti potrebbero interessare anche

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete