17/10/2023
Servizi a Rete

Pavia Acque: dal PNRR i fondi per potenziare la depurazione

Saranno finanziati con fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza gli interventi di Pavia Acque sugli impianti di depurazione a servizio di Bereguardo e Gropello Cairoli. Opere frutto di una programmazione partita dall’estate dello scorso anno. In quel periodo il gestore idrico della provincia di Pavia aveva messo a punto dei progetti relativi al segmento depurazione per richiedere l’accesso al finanziamento sui fondi messi a disposizione nell’ambito del PNRR.

 

Coperti tutti i costi

E ora è arrivata la conferma dell’assegnazione di una cifra poco superiore ai 4,6 milioni di euro per la realizzazione degli interventi. Somma che si aggiunge ai circa 500.000 euro già stanziati da un finanziamento di Regione Lombardia per le stesse opere.

«Siamo particolarmente fieri di questo ottimo risultato perché viene così assicurata la copertura completa dei costi di realizzazione di questi impianti che in questo modo non vanno a gravare sulla tariffa – ha commentato la presidente di Pavia Acque Karin Eva Imparato -. Siamo infatti riusciti a fare in modo che il finanziamento vada a coprire completamente la quota necessaria per i lavori».

 

I due progetti

Il progetto relativo a Bereguardo prevede la realizzazione di un nuovo impianto di depurazione. Il nuovo impianto permetterà un incremento di efficienza di depurazione, non raggiungibile dall’impianto esistente che verrà demolito. Inoltre, il nuovo depuratore tratterà anche i reflui delle aree dell’agglomerato di Trivolzio e delle zone industriali di Bereguardo e di Torre d’Isola.

L’impianto di Gropello invece verrà sottoposto ad interventi di adeguamento sia strutturale sia funzionale. L’obiettivo è di fornire al territorio un sistema depurativo efficiente e capace di rispettare i limiti allo scarico imposti dalla normativa nazionale e regionale.

 

Già affidati i lavori

Opere che saranno avviate a breve, grazie all’azione di Pavia Acque, già attivatasi per accelerare al massimo i tempi di realizzazione. La procedura di appalto è stata infatti conclusa e i lavori sono stati già affidati.

«La celerità è fondamentale dal momento che il finanziamento PNRR copre i costi per interventi nel biennio 2024-2026: data entro la quale i lavori devono essere realizzati e terminati – ha spiegato la presidente -. Eravamo in ogni caso già pronti con i progetti dal momento che questi interventi erano necessari e richiesti dalle comunità locali. Sapere di essere riusciti a finanziarli interamente con fondi provenienti dall’esterno è un’ulteriore soddisfazione perché non vanno a rappresentare un costo diretto per Pavia Acque».

 

Ti potrebbero interessare anche

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete