13/06/2024
Servizi a Rete

Partnership tra Acea e Acquedotto Pugliese per Acque del Sud

L’unione fa la forza anche in campo idrico. A seguire il consiglio del vecchio adagio ci hanno pensato due big del settore: Acea e Acquedotto Pugliese. Le due realtà hanno infatti siglato una partnership per diventare soci industriali di Acque del Sud, la società che dallo scorso gennaio ha assorbito le funzioni dell’Eipli (Ente per lo sviluppo dell’Irrigazione e la Trasformazione fondiaria in Puglia, Lucania e Irpinia).

Obiettivo della collaborazione è di contribuire a rilanciare la gestione degli invasi e delle infrastrutture idrauliche di Acque del Sud, per mettere a frutto un patrimonio di 1 miliardo di metri cubi d’acqua l’anno da impiegare per scopi potabili, irrigui e industriali.

Insieme per la gara pubblica

In base all’intesa, i due gruppi, che in totale servono 14 milioni di cittadini e gestiscono 110.000 chilometri di reti idriche, parteciperanno insieme, sotto forma di raggruppamento temporaneo d’impresa (Rti), alla prossima gara pubblica in cui si sceglierà il partner industriale di Acque del Sud. La normativa prevede infatti che l’azionista unico della società, il ministero dell’Economia e delle Finanze (Mef), può trasferire quote fino al limite del 30% a soggetti con funzioni di soci operativi e un ruolo di responsabilità nella gestione.

Gestire in modo industriale le infrastrutture del Sud

«Gestire con metodo industriale le grandi infrastrutture idrauliche del Sud Italia è fondamentale, in particolare in questo periodo storico caratterizzato dal cambiamento climatico» ha commentato il presidente di Acquedotto Pugliese, Domenico Laforgia. Acquedotto Pugliese attinge gran parte dell’acqua dagli invasi lucani e campani e ha un sistema di grande adduzione di 5.000 chilometri, spesso direttamente interconnesso con le opere gestite da Acque del Sud. «Questo fa di noi non solo un partner motivato al buon funzionamento di quelle opere, ma anche molto esperto nella gestione di infrastrutture grandi e complesse – ha proseguito Laforgia -. In partnership con Acea riteniamo di poter dare slancio a questa nuova società garantendo così risorse idriche adeguate a un’ampia area, motore dello sviluppo del Mezzogiorno».

Unire le competenze per lo sviluppo del territorio

Un pensiero condiviso da Fabrizio Palermo, amministratore delegato e direttore generale di Acea. «La partnership siglata con Aqp è frutto dell’intesa sottoscritta a giugno dell’anno scorso fra le due società e conferma l’obiettivo di mettere a fattor comune le reciproche competenze per cogliere strategicamente opportunità di investimento nel settore idrico, in particolare nel Sud Italia, area del Paese particolarmente esposta agli effetti del cambiamento climatico – ha commentato -. Siamo certi che la collaborazione potrà garantire ad Acque del Sud infrastrutture efficienti e sostenibili a tutela della risorsa e a beneficio dello sviluppo del territorio. Crediamo, infatti, che il partenariato pubblico-privato rappresenti la modalità più efficace per finanziare adeguati investimenti e per una gestione industriale delle reti e delle opere idrauliche all’insegna delle tecnologie più avanzate».

Ti potrebbero interessare anche

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete