27/05/2016
Servizi a Rete

Nuovo impianto di irrigazione per Valle Orco


Anche in Valle Orco un impianto a irrigazione a pioggia, come quelli che da decenni sono in funzione in Valle d’Aosta, ha sostituito il tradizionale sistema di irrigazione fatto da una fitta rete di rogge.
L’impianto Rosone-Pratolungo, nel Comune di Locana (Torino), appena inaugurato, utilizza l’acqua rilasciata dagli impianti Iren di Rosone e la porta con tubature fino alla frazione Pratolungo, servendo prati coltivati a foraggio da varie aziende agricole locali per complessivi 28 ettari e alimentando, inoltre, una piccola centralina idroelettrica da 31 kW che funzionerà sei mesi all’anno (da aprile a ottobre). Un’opera del costo complessivo di 580.000 euro, progettata dall’ingegnere Gian Luca Noascone, realizzata dal Consorzio Irriguo Valle Orco grazie a un contributo di 450.000 euro arrivato dalla Regione e a un privato, che ha investito 130.000 euro nella centralina. ‘Ci sono voluti molti anni per arrivare a questo risultato – spiega il sindaco di Locana, Giovanni Bruno Mattiet -. Nel 2014 avevamo quasi perso la speranza di ottenere il contributo, in quanto non si riusciva a concretizzare il progetto a causa dei tempi burocratici, ma soprattutto dei problemi con i proprietari dei terreni. Poi, tutti insieme, Comune, consorzio, proprietari, Iren, investitore privato, siamo riusciti a fare un bel lavoro di squadra. La Regione ha capito il nostro sforzo e il finanziamento è arrivato. I lavori sono stati eseguiti da imprese locali, così vi è stata una ricaduta sull’economia della valle, e abbiamo migliorato il sistema irriguo dei nostri prati’.

Ti potrebbero interessare anche

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete