11/11/2022
Servizi a Rete

Le reti sarde di Medea ancora più smart con il sistema Dana

Le reti di distribuzione del gas naturale, native digitali, di Medea in Sardegna compiono un ulteriore salto tecnologico. Ciò grazie all’applicazione di Dana (Digital advanced network automation), il software proprietario realizzato in house nella Digital Factory del Gruppo Italgas, che permette di controllare e gestire da remoto le infrastrutture gas.

Le prime reti e impianti che hanno realizzato questo salto tecnologico sono quelle al servizio dei centri di:

  • Arzana, Cardedu, Barisardo, Lotzorai, Perdasdefogu, Talana, in provincia di Nuoro
  • Berchidda, Pattada, Tissi e Tula, in provincia di Sassari
  • Escalaplano nella provincia del Sud Sardegna.

 

Le funzionalità di Dana

Dana è software molto evoluto e dotato di funzionalità avanzate. Attraverso un’interfaccia Hmi (Human machine interface) consente al personale addetto all’esercizio degli asset di disporre di una visione d’insieme in tempo reale del sistema distributivo, permettendo una verifica puntuale del funzionamento e la diretta gestione da remoto di tutte le componenti del network. Un sistema cartografico incorporato nel software consente di navigare i singoli segmenti di rete assicurando una conoscenza sempre più approfondita e complessiva delle infrastrutture. I dati operativi raccolti dal campo sul software, infine, alimentano innovativi algoritmi di analytics e predictive maintenance sviluppati nella Digital Factory di Italgas. Questi permettono di intercettare per tempo eventuali anomalie di funzionamento e introdurre nuovi approcci all’esercizio e manutenzione degli asset della distribuzione.

 

Tutte le reti controllate dal nuovo software entro il 2023

Anche grazie all’impiego di questa soluzione, le reti di distribuzione della Sardegna si pongono all’avanguardia in Italia. Sono reti smart, flessibili e in grado di accogliere e gestire, nel prossimo futuro, anche gas rinnovabili come biometano, idrogeno e metano sintetico, la cui produzione è attesa in forte sviluppo nei prossimi anni.

Con gli stessi obiettivi il Gruppo Italgas sta ampliando l’applicazione di Dana alle sue reti in tutta la Penisola. Dopo il progetto-pilota sviluppato sugli impianti di Pozzuolo Martesana (Milano), il software ha raggiunto le reti e gli impianti al servizio di Montanaro (Torino) in Piemonte, Pomarico (Matera) e Palazzo San Gervasio (Potenza) in Basilicata, Candela e Orsara di Puglia (Foggia) in Puglia, Santa Ninfa (Trapani), Valguarnera Caropepe (Enna), Campobello di Mazara (Trapani), Chiaramonte Gulfi e Acate (Ragusa) in Sicilia. Il Gruppo prevede di completare il piano che porterà i 75.000 chilometri di rete gestiti in Italia sotto il controllo del nuovo software entro il 2023.

 

Ti potrebbero interessare anche

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete