19/09/2018
Servizi a Rete

La tecnologia TALR per la riparazione automatica senza scavo delle perdite


Utilizzando una resina epossidica allo stato vischioso permette, senza scavare, di sigillare buchi e fessure nelle condotte idriche urbane (tubazioni principali con diametri compresi tra 50 mm e 200 mm e allacci utente del diametro minimo di 10 mm) eliminando tutte le perdite, microperdite e perdite di sottofondo tra i 30 e i 3.000 lt/h, indipendentemente dal numero di buchi o fessure o altre cause di perdita presenti nelle tubazioni da trattare.

La lunghezza della sezione di rete trattata da un team di lavoro in una giornata, va dai 150 ai 400 metri in funzione della configurazione della rete; tipicamente si trattano sezioni da 2-300 metri per intervento. Vengono trattate contemporaneamente anche le perdite sulle tubazioni di servizio – le utenze – collegate alla rete. Cioè, in un unico intervento si ripara la tubazione principale e tutte le utenze collegate ad essa fino ai contatori o valvole d’utente.

Quindi, la soluzione TALR è indicata per trattare perdite di medio-piccole dimensioni per ogni sezione considerata, rendendosi utile a migliorare la tenuta strutturale delle tubazioni, ritardandone la necessità di sostituzione, essendo la soluzione resistente a durare per tutta la vita residua delle tubazioni stesse.

La tecnologia TALR funziona con la maggior parte dei materiali in uso per le tubazioni (ferro, polietilene, plastica, cemento, alluminio, ghisa, ghisa grigia, acciaio, ecc.). Il prerequisito principale è che la tubazione sia strutturalmente integra.

Il sigillante di cui si compone la tecnologia TALR, grazie alla sua flessibilità, può attraversare tubi con ostruzioni fino al 50%, senza la necessità di effettuare la pulizia preliminare del tubo. La stessa flessibilità gli permette di ricomporsi anche dopo l’attraversamento di valvole a farfalla o ostruzioni non previste o all’attraversamento di sezioni di tubo con diametri diversi. La tecnologia e le sostanze utilizzate sono certificate dal Ministero della Salute secondo il DM 174 del 06/04/2004 per l’utilizzo con acque potabili ad uso umano. Inoltre, i polimeri utilizzati sono progettati per non rilasciare alcun residuo nell’acqua.

Il cantiere occupa pochi metri quadrati, non necessita di interruzioni di strade o del traffico e l’interruzione del servizio idrico ai cittadini è di poche ore durante un normale turno di lavoro diurno. Dopo l’intervento le condotte e le utenze sono immediatamente rimesse in servizio. La soluzione TALR propone importanti innovazioni di prodotto e di processo, che la differenziano dalle altre soluzioni per la riparazione delle perdite; tra i principali elementi differenzianti si evidenziano: un basso costo per metro di tubazione trattata su base distretto o rete, un meccanismo automatizzato di implementazione della tecnologia e nessuna interruzione critica del servizio idrico.

La riduzione delle perdite idriche è sempre più un tema all’attenzione dei gestori idrici e dei loro stakeholders, la soluzione TALR sta permettendo a tanti gestori di ottenere importanti risultati a costi contenuti e con modalità operative flessibili ed efficienti.

Ti potrebbero interessare anche

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete