05/02/2018
Servizi a Rete

In arrivo 125 milioni per le reti idriche calabresi


Importanti risorse in arrivo per l’ammodernamento e la sistemazione delle reti idriche calabresi. Ad annunciarle è stato l’assessore regionale alle Infrastrutture, Roberto Musmanno, nel corso di un incontro con Anci Calabria, la sezione calabrese dell’Associazione nazionale dei comuni italiani. L’incontro è stata anche l’occasione per fare il punto in vista dell’attivazione dell’Autorità idrica della Calabria (Aic), l’ente di governo dell’ambito territoriale ottimale per il servizio idrico integrato, per la quale la Regione ha fissato al 17 marzo le elezioni per la costituzione dei vari organismi. Tornando agli investimenti, quelli garantiti dalla Regione ammontano nel complesso a oltre 125 milioni di euro, sono già dotati dell’adeguata copertura finanziaria, e serviranno a portare avanti una serie di interventi fondamentali per garantire una migliore qualità del servizio a tutti i cittadini. La lista dei lavori comincia con i 10 milioni stanziati per l’ammodernamento dell’acquedotto Simeri-Passante per Catanzaro, proseguendo per quelli previsti per l’acquedotto Abatemarco, il più grande della regione, per una spesa di 15 milioni di euro. A questi si aggiungono le opere di ottimizzazione delle reti di distribuzione per le città capoluogo, l’importo previsto è di 30 milioni, e quelli per i comuni che hanno più di 5.000 abitanti: in questo caso l’importo stanziato è di 60 milioni di euro. Importanti risorse, 11 milioni di euro, sono state stanziate per gli interventi per la riduzione delle perdite delle reti idriche su scala regionale, circa 30.000 chilometri di condotte. Tale attività verrà svolta da un’impresa specializzata nei prossimi 7 mesi e, al suo termine, ai comuni verranno comunicati tutti i punti delle loro reti idriche che presentano delle perdite. Sulla base di questo monitoraggio si potrà ridurre drasticamente, con interventi mirati, la percentuale di perdite lungo le condutture. Completano il quadro i lavori per la messa in sicurezza delle reti cittadine, circa 5.000 chilometri di tubazioni, per un importo di quasi 5 milioni di euro. Infine, una serie di interventi mirati su specifiche aree territoriali per importi minori.

Ti potrebbero interessare anche

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete