08/07/2024
Servizi a Rete

Il biometano di Aisa Impianti nella rete di Centria

Sta portando i frutti sperati la sinergia tra Aisa Impianti e Centria. Una collaborazione iniziata nel 2021 quando Aisa Impianti, società aretina che gestisce l’impianto di recupero integrale dei rifiuti a San Zeno e produce biometano dalla “digestione” della frazione organica del residuo solido urbano (Forsu), ha chiesto di potersi connettere alla rete di distribuzione del gas naturale di Centria. Quest’ultima nel corso del 2022 ha realizzato l’impianto di connessione, funzionale al collegamento dell’impianto di produzione all’infrastruttura di distribuzione.

La prima immissione di biometano è avvenuta a metà dicembre dello scorso anno e ad oggi il gas green distribuito dalla rete ha superato i 500.000 Smc. Un volume equivalente a più di 5 GWh di energia rinnovabile distribuita alle le utenze finali, che ha evitato l’emissione in atmosfera di oltre 1.000 tonnellate di CO2.

Incrementare la produzione

La produzione di biometano della centrale di recupero Zero Spreco in questo semestre si è attestata attorno ai 150.000 metri cubi mese, corrispondenti al fabbisogno annuo di circa 120 abitazioni standard. Aisa Impianti ha in programma di incrementarla, portandola fino a un valore massimo di portata di 330.000 Smc mese. Ciò, grazie al nuovo Biodigestore e Verde70, l’impianto di compostaggio cui giungono gli scarti organici delle raccolte differenziate. In questo modo ci sarà a disposizione del territorio più biogas da fonte rinnovabile e di alta qualità che, in parte, va a sostituire quello importato dall’estero.

«Nei prossimi 12 mesi dobbiamo ultimare la nuova linea di termovalorizzazione, che assieme alla attuale, annullerà il transito degli scarti in eccedenza che causano disagio e costi – ha spiegato Giacomo Cherici, presidente di Aisa Impianti -. La partecipazione dei cittadini alla vita dell’impianto ci dà la serenità necessaria per completare questo grande lavoro».

L’impegno per la decarbonizzazione

Soddisfatto dell’operazione Francesco Macrì, presidente di Estra, del quale Centria è parte. «Estra e la sua società di distribuzione si muovono nel solco della sostenibilità ambientale con un impegno tangibile teso a promuove il necessario processo di decarbonizzazione – ha dichiarato il numero uno del gruppo-. La sinergia messa in campo da due aziende del territorio come Estra e Aisa Impianti testimonia concretamente la volontà d’impresa di agire responsabilmente in favore della collettività e delle generazioni future».

«Il biometano è una risorsa straordinaria perché consente ridurre la quantità di rifiuti destinati alle discariche, eliminando le emissioni di gas metano prodotte dalla decomposizione degli stessi materiali organici ma, soprattutto, di produrre energia rinnovabile – ha aggiunto il presidente di Centria, Roberto Rappuoli -. Il nostro impegno su questo fronte è costante e testimoniato dai fatti. Oggi parliamo infatti della terza immissione in rete Centria di biometano».

Ti potrebbero interessare anche

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete