09/12/2021
Servizi a Rete

Hera si aggiudica la gara per la gestione rifiuti nel modenese

C’è Hera come capofila nel raggruppamento temporaneo di imprese (RTI) che si è aggiudicato la gara per la gestione dei rifiuti urbani ed assimilati nel bacino territoriale Pianura e Montagna Modenese. Gara indetta dall’Agenzia territoriale dell’Emilia-Romagna per i Servizi Idrici e Rifiuti (ATERSIR), agenzia di regolazione e stazione appaltante, e che interessa 32 comuni del modenese, fra i quali il capoluogo, per un bacino di circa 490.000 abitanti. Il contratto, che sarà firmato nei prossimi mesi fra la multiutility e ATERSIR, ha un valore complessivo di oltre 880 milioni di euro e un orizzonte temporale di 15 anni.
 

Modelli di raccolta innovativi

Le grandi competenze nel settore della multiutility, gestore uscente del servizio negli stessi comuni, e delle altre realtà della RTI, Giacomo Brodolini Soc. Coop e Consorzio Stabile Ecobi, permetteranno di dotare il territorio di modelli di raccolta con servizi e attrezzature innovativi. Come richiesto dal bando, le tre aziende metteranno in campo importanti investimenti per garantire un servizio fortemente orientato alla sostenibilità. In particolare, si punterà su modelli di raccolta che consentano la misurazione puntuale dei rifiuti, con l’obiettivo di:

  1. minimizzare la quota di indifferenziato
  2. incrementare i quantitativi avviati a riciclo
     
Innovazione e sostenibilità

Un modello di servizio che avrà come linee guida innovazione e sostenibilità, da sempre capisaldi dell’operare di Hera. Un modello la cui efficacia è testimoniata dalle percentuali di raccolta differenziata raggiunte dagli altri comuni del modenese gestiti dalla multiutility con modelli di raccolta a tariffazione puntuale. E confermati anche dal recente rapporto Ecosistema Urbano di Legambiente e Il Sole 24 Ore. Il rapporto, confrontando i capoluoghi d’Italia, ha certificato il primato di Ferrara per percentuale di raccolta differenziata. Un primato conseguito per il terzo anno consecutivo dalla città, servita da Hera con soluzioni di misurazione puntuale simili a quelle che saranno applicate a Modena e negli altri comuni del bando.
 

Il coinvolgimento dei cittadini

Altro punto cardine dell’offerta presentata dalla RTI consiste nella sensibilizzazione e coinvolgimento attivo di cittadini e imprese nella riduzione degli scarti, soprattutto gli indifferenziati, e nella raccolta differenziata sempre più spinta.

Anche in questo caso, l’esperienza mostra come le migliori performance ambientali, al di là del modello proposto, si conseguono dove la collettività è più consapevole del proprio ruolo. A questo scopo Hera avvierà campagne di comunicazione e informazione per aumentare il coinvolgimento dei cittadini, incrementare ulteriormente la qualità del servizio e quindi creare valore condiviso per le comunità locali.
 

Aiutare i comuni nella transizione verso l’economia circolare

«Con questa assegnazione, i 32 comuni compresi nel nuovo contratto di servizio hanno tutti gli strumenti per affrontare la sfida della transizione verso una gestione dei rifiuti urbani sempre più evoluta e sostenibile e, più in generale, verso una vera economia circolare – ha commentato Stefano Venier, amministratore delegato del Gruppo Hera -. «Obiettivi che, grazie al nostro supporto e alle nostre competenze, diventano realistici e concreti. Il loro raggiungimento, però, non potrà prescindere da un elemento fondamentale: il coinvolgimento e la collaborazione delle persone, che rimangono al centro della nostra strategia».
 

I comuni oggetto della gara

I 32 comuni del bacino oggetto della gara sono: Bastiglia, Bomporto, Castelfranco Emilia, Castelnuovo Rangone, Castelvetro di Modena, Fanano, Fiorano Modenese, Fiumalbo, Formigine, Frassinoro, Guiglia, Lama Mocogno, Maranello, Marano sul Panaro, Modena, Montecreto, Montefiorino, Montese, Palagano, Pavullo nel Frignano, Pievepelago, Polinago, Prignano, Riolunato, San Cesario sul Panaro, Sassuolo, Savignano sul Panaro, Serramazzoni, Sestola, Spilamberto, Vignola e Zocca.

 

Ti potrebbero interessare anche

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete