13/01/2021
Servizi a Rete

Hera completa la dorsale anti-siccità dell’Appennino modenese

Il piano delle dorsali plano-appenniniche del modenese di Hera si arricchisce di un nuovo tassello. La multiutility ha completato la posa di una condotta nel territorio del comune di Prignano. La condotta è stata realizzata tra la località San Michele dei Mucchietti e la frazione di Pigneto, che costituisce una parte della dorsale Secchia. Questa si aggiunge alle condotte già operative nella via Giardini dello stesso comune e nella valle del Panaro, andando così a potenziare le interconnessioni strutturali tra le reti acquedottistiche di pianura e di montagna.

Il grande piano anti-siccità di Hera

L’intervento fa infatti parte del più grande piano anti-siccità a favore delle aree montane dell’Appennino modenese messo a punto da Hera. In queste aree, a garantire l’approvvigionamento idrico che alimenta gli acquedotti è prevalentemente risorsa a carattere sorgentizio. Ciò fa sì che la disponibilità di acqua vari sensibilmente nel corso dell’anno, diminuendo in modo proporzionale al calo della piovosità. Disponibilità di acqua che negli anni particolarmente siccitosi si può ridurre anche di due terzi rispetto al valore medio annuo. Inoltre, tali periodi si verificano tipicamente in estate, quando aumentano anche le temperature e la presenza di persone, con conseguente incremento dei consumi.

L’intervento per integrare l’approvvigionamento idrico

Un problema che Hera ha pensato di risolvere garantendo un’integrazione dell’approvvigionamento idrico attraverso la costruzione di grandi dorsali. Quest’ultime vanno ad alimentare gli acquedotti dei comuni di montagna con acqua prelevata dalle falde profonde presenti sotto la pianura. Le falde, infatti, a differenza delle sorgenti, hanno un regime asincrono rispetto alla pluviometria.

Il funzionamento di queste dorsali di interconnessione è anche reversibile, nel senso che sono progettate per trasportare l’acqua non solo dalla pianura alla montagna, ma anche da monte a valle, garantendo così un ulteriore apporto di risorsa idrica in pianura nei periodi duranti i quali vi è abbondanza in montagna.

I lavori

Un sistema di sussidiarietà che ora, grazie alla dorsale Secchia, è attivo anche tra Prignano e Sassuolo.

Più nel dettaglio, lo scorso anno Hera ha avviato la realizzazione della dorsale con la posa dei primi circa 1.400 metri di condotte nel territorio di Sassuolo e di altri 400 metri nel comune di Prignano. L’opera è poi proseguita tutta all’interno di questo territorio con la posa di altri 2 chilometri di tubazioni, ai quali si è aggiunto l’ultimo intervento, completato in questi giorni, del valore di un milione di euro, che ha portato alla realizzazione del tratto che si collega alla rete proveniente dal serbatoio di Guaitarola.
 


di Servizi a Rete per essere il primo a conoscere le attività

 

Ti potrebbero interessare anche

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete