16/05/2023
Servizi a Rete

FibreFlex Pro entra nella rete TLR di Bardonecchia (TO)

La rete del comune piemontese, realizzata in acciaio preisolato nei primi anni 2000, soffre da qualche tempo di problemi di corrosione con relativi disservizi nella fornitura del calore alle utenze. Da qui la scelta della società di gestione di affidarsi ad una soluzione in materiale plastico, così da risolvere definitivamente il problema e garantire pertanto una migliore qualità del servizio offerto.

Insensibilità alla corrosione, notevole riduzione del numero di giunzioni ed eccellente integrabilità con le condotte preesistenti in acciaio sono solo alcune delle caratteristiche salienti che fanno del sistema FibreFlex Pro, con i suoi 95°C stagionali – 115°C di picco e 16bar, l’unica vera alternativa al tradizionale acciaio per le reti di teleriscaldamento. Inoltre, la capacità del tubo di adattarsi a percorsi tortuosi e a pendenze variabili tipici delle località montane evita totalmente l’installazione di curve o pezzi speciali e consente di fare questo tipo di riparazioni in tempi record.

Al momento i lavori riguarderanno solo due vie, nello specifico tramite l’installazione dei tubi FibreFlex Pro-16 90/162 e 50/111. Vedremo in futuro …

 

FibreFlex: tubi plastici rinforzati flessibili
per teleriscaldamento

I sistemi preisolati flessibili FibreFlex sono costituiti da un tubo di servizio in PEX-a rinforzato, un isolamento in schiuma poliuretanica a bassissima conducibilità termica e una guaina protettiva esterna in polietilene corrugato. Il rinforzo in fibra aramidica, cuore del sistema FibreFlex, ha la funzione di estendere le proprietà del polimero di base conferendo così al sistema una resistenza a pressioni e temperature, fino a 16 bar e 115°C di picco, altrimenti raggiungibili solamente dai materiali metallici.

Di fatto, quindi, FibreFlex risulta l’unico tubo preisolato flessibile per teleriscaldamento in grado di sostituire l’acciaio a temperature e pressioni elevate e garantire i  tipici vantaggi delle tubazioni in materiale plastico:

  • è autocompensante e, come tale, non necessita di zeta o omega per la compensazione delle dilatazioni;
  • è totalmente insensibile alla corrosione;
  • offre un’alta efficienza energetica, garantendo dispersioni termiche minori di quelle dei tubo in acciaio preisolato in classe S3 per diametri fino al DN80 e comprese tra le classi S3 ed S2 per i diametri superiori;
  • viene fornito in rotoli di grande lunghezza riducendo così enormemente il numero di giunzioni necessarie;
  • è leggero e flessibile, velocizza e semplifica la posa adattandosi ad ogni tracciato e consentendo pratiche deviazioni anche in presenza di dislivelli, alberi o sottoservizi esistenti;
  • consente di eliminare le saldature in cantiere (grazie ad uno speciale sistema di giunzione a pressatura assiale) e di ridurre drasticamente il numero di giunti;
  • si integra perfettamente con le eventuali tubazioni in acciaio preesistenti tramite specifici raccordi metalloplastici a pressatura assiale da saldare ai tee di derivazione.

In sintesi, velocità di posa, riduzione del numero di giunzioni, efficienza energetica, insensibilità ai fenomeni di corrosione e totale flessibilità di utilizzo sono la chiave di questo prodotto unico, che ha visto crescere il proprio consenso da parte degli operatori del settore e che si consolida sempre più come la migliore alternativa ai tubi in acciaio preisolato nelle reti di teleriscaldamento del futuro, in ottica sostenibile.
 

 

GUARDA IL VIDEO DELLE INSTALLAZIONI

Ti potrebbero interessare anche

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete