01/03/2024
Servizi a Rete

Eco Center amplia il depuratore di Merano

Il progetto di potenziamento, promosso da Eco Center, permette di far fronte al carico organico delle acque reflue che confluiscono all’impianto, notevolmente aumentato negli ultimi anni a causa dello sviluppo del turismo e delle attività industriali sul territorio. Attualmente non esistono margini operativi in caso di guasto e non è disponibile capacità residua per ulteriori richieste di aumento dei limiti allo scarico delle utenze allacciate.

Miglioramento della capacità depurativa

L’impianto, di proprietà del Burgraviato, è entrato in funzione nel 1999; ripulisce ogni anno oltre 8 milioni di metri cubi di acque reflue civili provenienti da 15 Comuni e quasi 1,4 milioni di metri cubi di acque reflue industriali. Per aumentarne la capacità depurativa verranno separate completamente le acque reflue industriali da quelle civili. Le prime verranno trattate in un impianto anaerobico ad alto carico analogo a quello in funzione nel depuratore di Bronzolo da oltre dieci anni. Il potenziale energetico presente in queste acque verrà recuperato per produrre biogas e quindi energia che consentirà all’impianto di raggiungere l’autonomia energetica. L’impianto anaerobico non genererà emissioni odorigene perché sarà completamente chiuso e lavorerà in condizioni di assenza di ossigeno. I lavori di ampliamento termineranno entro l’estate del 2025; l’investimento previsto è di oltre 21 milioni di euro e verrà finanziato con fondi della Provincia Autonoma di Bolzano, del PNRR e della stessa Eco Center.

Lo stato dell’arte

Al momento sono stati avviati i lavori di posa della tubazione di circa 6 Km che convoglierà i reflui della ditta Forst nella tubazione esistente, che collega la ditta Zipperle al depuratore di Merano. Il nuovo collettore attraverserà in subalveo il fiume Adige, seguirà la ciclabile fino alla confluenza Passirio-Adige, dove verrà agganciato al viadotto della MEBO. All’altezza del ponte “Marlengo” rientrerà nell’argine del fiume e scorrerà parallelo alla ferrovia fino all’attraversamento della stessa all’altezza della centrale di teleriscaldamento dove si immetterà nel collettore della ditta Zipperle-depuratore. I lavori di costruzione del nuovo collettore si concluderanno nell’estate del prossimo anno. ​ Parallelamente è stata avviata, nel lato est del depuratore di Merano, la costruzione della nuova vasca di 5.000 m3 di volume nella quale verranno convogliati i reflui industriali, per essere omogeneizzati prima di entrare nell’impianto anaerobico ad alto carico. La vasca sarà impermeabile ed interamente interrata. Disporrà di un sistema di trattamento che eviterà la fuoriuscita di cattivi odori. I lavori termineranno a primavera 2025.

Ti potrebbero interessare anche

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete