16/02/2018
Servizi a Rete

e-distribuzione e Anci collaborano per la prevenzione delle emergenze


Mettere a punto un programma di azioni congiunte per offrire un servizio elettrico più efficiente e continuo e rispondere in modo efficace alle emergenze che coinvolgono la rete elettrica. È l’obiettivo del Protocollo d’intesa sottoscritto a Siena da Bruno Valentini, delegato nazionale alla Protezione Civile di Anci (Associazione nazionale dei comuni italiani) e sindaco di Siena, e Gianluigi Fioriti, amministratore delegato di e-distribuzione. Sulla base delle esperienze di collaborazione già sperimentate tra il Gruppo e l’Associazione, l’accordo mira a rafforzare ulteriormente i rapporti di cooperazione e definire piani di emergenza specifici per ogni tipo di rischio con impatto sul servizio elettrico. In occasione di emergenze e in loro previsione, saranno definite e attuate una serie di azioni mirate per assicurare una maggiore sinergia e garantire una pronta risposta agli eventi critici. Nel dettaglio le azioni previste dal Protocollo, che Anci trasmetterà a tutti i comuni, riguardano le attività congiunte per l’individuazione di aree per l’eventuale stoccaggio di gruppi elettrogeni; delle zone critiche che in caso di emergenze sono presentano difficoltà relative all’accesso alla rete stradale e alla caduta di piante; il monitoraggio delle aree arboree nei pressi delle linee elettriche, dello stato delle strade e della rete elettrica. Un gruppo di lavoro, del quale faranno parte due rappresentanti di Anci e due di e-distribuzione, si occuperà di promuovere e declinare sul territorio le attività definite dal Protocollo che prevede anche incontri periodici tra ogni Comune e i responsabili di e-distribuzione di una determinata area. Il nuovo accordo rappresenta in pratica un potenziamento dell’interazione tra la società elettrica e le articolazioni territoriali della Protezione Civile, che proprio nelle municipalità trova la sua prima e determinante attuazione. La prima risposta all’emergenza, qualunque sia la natura e l’estensione dell’evento, deve infatti essere garantita a livello locale, a partire dalla struttura comunale, l’istituzione più vicina al cittadino. Riguardo a tale aspetto, da ricordare che Enel ha sviluppato con il Dipartimento della Protezione Civile un innovativo rapporto di collaborazione fin dal 2014, divenuto un modello nell’ambito delle società che gestiscono i servizi essenziali. «Con questo accordo si compie un ulteriore passo in avanti in materia di prevenzione e gestione delle emergenze e si ribadisce il forte impegno condiviso con ANCI per garantire, anche in caso di calamità, la piena continuità del servizio elettrico, che nel mondo di oggi costituisce uno dei bisogni essenziali per i cittadini», ha sottolineato l’ad di e-distribuzione, Gianluigi Fioriti.

Ti potrebbero interessare anche

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete