14/09/2017
Servizi a Rete

Consorzio di Bonifica della Gallura – Recupero acque reflue


Il Consorzio di Bonifica della Gallura si sviluppa in un territorio di 205.580 ettari nella Sardegna Nord Orientale e comprende 17 comuni. Il suo fine è occuparsi del corretto utilizzo della risorsa idrica ed il recupero della stessa attraverso la progettazione di nuove opere di presa e di riutilizzo del refluo, utili a migliorare il servizio irriguo a favore dell’agricoltura e dei diversi comparti ad essa collegati, industria, turismo e potabile.
I Consorziati sono i proprietari dei terreni e fabbricati situati nel comprensorio di bonifica.

La distribuzione dell’acqua avviene esclusivamente attraverso una rete di condotte in pressione alimentate dai bacini di compenso che servono oltre 2000 ditte. Il sistema di irrigazione aziendale più diffuso è quello per aspersione (88%) mentre in espansione risulta essere la microirrigazione (12%) caratterizzata da basse e limitate portate.

La scarsità di acqua grezza presente sul territorio per uso agricolo, dovuta alla siccità caratteristica della zona, ha portato alla necessità del recupero di acque reflue e alla creazione di un sistema di miscelazione unico in Italia, reso possibile tramite l’utilizzo di tecnologie di telecontrollo e automazioni LACROIX Sofrel.

Il Consorzio ha in gestione i sistemi di riciclo degli impianti di depurazione ed il primo attivato come impianto campione per sperimentare e monitorare questo sistema innovativo di miscelazione è quello di Olbia. E’ stato creato un sistema di automazione con il quale vengono monitorati giornalmente i parametri di uscita dei reflui che vengono poi miscelati in maniera programmata con l’acqua grezza per essere distribuita. La miscelazione viene fatta con i parametri dettati dalla direttiva reflui della ragione Sardegna.

Il Consorzio inoltre, in pochi anni, è riuscito a portare un estendimento irriguo notevole per valorizzare il comparto agricolo e agro-zootecnico fondamentale per il territorio.

L’automazione e la telegestione viene svolta attraverso due RTU della gamma SOFREL S500 con impostazione master/slave. La prima RTU effettua il monitoraggio dei livelli della vasca di miscelazione e comunica i valori alla RTU del depuratore.

La RTU presente nel depuratore gestisce gli automatismi e comunica tutti i dati in tempo reale al supervisore nella sala di controllo del Consorzio. Inoltre, per ottimizzare il sistema di distribuzione, sono stati installati una serie di contatori e sistemi di misura lungo tutta l’utenza agricola ed in particolare un sistema di automazione, telecontrollo e supervisione al servizio dei distretti irrigui di Olbia e Arzachena per la gestione dei rilanci ai bacini di zona e alle svariate decine di chilometri di rete derivate dall’Opera di Presa del canale adduttore.

Gli obiettivi del Consorzio di Bonifica della Gallura:

  •  Misurare e distribuire al meglio la risorsa per un efficientamento rivolto alle imprese agricole.
  • Implementare nella gestione di tutti i sistemi di riciclo degli impianti di depurazione della Sardegna Nord Orientale le tecnologie di automazione e telecontrollo.

Nel perseguimento di tali obbiettivi l’operato del Consorzio è improntato secondo i criteri dello sviluppo sostenibile, in considerazione dell’importanza assunta dall’ambiente naturale nel processo di miglioramento delle condizioni socio-economiche del territorio di competenza.

Ti potrebbero interessare anche

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete