16/01/2024
Servizi a Rete

Chi interverrà e di cosa parleremo | Scuola di Alta Formazione “Tecniche avanzate e sostenibili per il miglioramento delle prestazioni dei sistemi di condotte in pressione”

Convegno di giovedì 25 gennaio 2024
dalle 9:00 alle 18:00 presso la sede di IREN a Reggio Emilia

Obiettivo del corso è quello di fornire agli operatori del servizio idrico una panoramica delle più recenti e sostenibili tecniche utili a migliorare le prestazioni dei sistemi di condotte in pressione. Le soluzioni tecniche proposte sono calate in uno scenario nel quale la riduzione della disponibilità delle risorse idriche rappresenta una sfida da vincere per garantire un livello del servizio adeguato alle esigenze delle utenze. Le tecniche proposte nei sette moduli previsti sono il risultato di avanzate ricerche svolte presso prestigiose Università italiane nell’ambito di collaborazioni internazionali e, in parallelo, con importanti gestori del servizio idrico. Per tutte le tecniche è garantita la trasferibilità ad impianti diversi da quelli nei quali esse sono state messe a punto.
 
 

 

Gli interventi

Stefano Alvisi – Università di Ferrara

“Smart metering e monitoraggio delle reti acquedottistiche per la gestione
e il contenimento delle perdite idriche”

I consumi idrici rappresentano la forzante dei sistemi acquedottistici e la loro misura e monitoraggio sono propedeutici non solo alla bollettazione ma anche alla gestione efficiente delle reti. In questo contesto, i sistemi di smart metering dei consumi idrici possono fornire interessanti opportunità ai tecnici e gestori sia per caratterizzare il livello di perdita sia, associati al monitoraggio della pressione, per pre localizzare le perdite stesse.


Mauro De Marchis e Gabriele Freni – Libera Università
Kore di Enna

“Analisi delle reti turnate ed equità nell’accesso
alle risorse idriche in ambiente urbano”

Le reti idriche turnate sono caratterizzate da un funzionamento intermittente, con ciclici periodi di riempimento e vuotamento. Tale funzionamento è quindi profondamente differente da quello per le quali erano state progettate. La presenza dei serbatoi privati, installati per far pronte ai periodi di mancanza di servizio idrico, crea una disconnessione idraulica tra rete idrica e utenza fi nale che modifi ca ulteriormente il funzionamento della rete. La gestione delle reti idriche turnate necessita quindi di specifi che conoscenze per garantire la massima efficienza di funzionamento e il massimo equilibrio di accesso alla risorsa da parte di tutti gli utenti.


Enrico Creaco – Università di Pavia

“La protezione delle reti acquedottistiche da eventi
di contaminazione intenzionale e accidentale”

Tra le infrastrutture da proteggere dall’impatto devastante degli attacchi terroristici, i sistemi di approvvigionamento idrico (emungimento, adduzione e distribuzione) rivestono un’importanza cruciale. Introdotte le problematiche della contaminazione delle reti di distribuzione e le soluzioni tecnologiche disponibili sul mercato per il monitoraggio multi-parametrico della qualità dell’acqua, viene descritto un approccio innovativo che consente di coniugare la protezione da eventi di contaminazione e la distrettualizzazione per il monitoraggio di perdite e consumi in rete.


Luigi Berardi – Università ‘G. d’Annunzio’ Chieti-Pescara

“Transizione digitale nelle reti di acquedotto esperienza digital-water a supporto dell’asset management”

Nel contesto della transizione ecologica e digitale, i gestori del servizio idrico si trovano ad affrontare la sfi da del PNRR mediante investimenti che attuino un vero e proprio piano industriale per la riduzione delle perdite idriche e, più in generale, di gestione dell’asset considerando i tre macro-indicatori ARERA (M1, M2, M3). Viene illustrata l’esperienza digital-water a supporto delle attività di problem solving che gli operatori si trovano ad affrontare all’interno di una strategia strutturata per l’asset management in acquedotti urbani nell’ambito della transizione digitale.


Armando Carravetta – Università di Napoli Federico II

“Opportunità di recupero energetico nelle reti idriche”

Nell’ambito della riduzione dei consumi energetici, è ormai riconosciuta l’importanza di valutare la corretta integrazione degli impianti di sollevamento nel sistema idrico servito. La ricognizione della efficienza energetica del sistema idrico si presenta molto complessa per la forte interconnessione esistente tra le diverse parti del sistema. Sono discusse le opportunità di recupero energetico delle reti idriche nell’ambito di un approccio che dalla rete (System Approach) risale alla centrale di pompaggio (Extended Product Approach), fi no alle singole elettropompe (Product Approach).


Silvia Meniconi – Università di Perugia

“Diagnosi delle lunghe adduttrici mediante
una tecnica sostenibile e orientata al gestore”

Le lunghe adduttrici svolgono un ruolo assolutamente insostituibile nell’ambito dei sistemi in pressione. Tuttavia, rispetto alle reti di distribuzione, minore è risultato fi no ad ora l’impegno della ricerca scientifi ca nell’erronea assunzione di una loro supposta invulnerabilità. Al contrario, la vetustà di molti sistemi di adduzione rende urgente la defi nizione di appropriate tecniche di diagnosi. In tale contesto, l’attenzione viene focalizzata sulle tecniche basate sull’esecuzione di prove in moto vario eseguite in condizioni di assoluta sicurezza per gli impianti. In tali tecniche il gestore può recitare in autonomia un ruolo di fondamentale importanza


Maurizio Righetti – Libera Università di Bolzano

Gestione SMART (e non) delle reti acquedottistiche soluzioni nuove a vecchi problemi

Un approccio sistematico basato sul trinomio monitoraggio-previsione consumi-intelligenza artifi ciale migliora apprezzabilmente le prestazioni del servizio idrico. In particolare, sono notevoli le potenzialità dei sistemi di rilevazione dei consumi idrici e delle perdite dei sistemi acquedottistici basati sull’utilizzo del deep learning e di tecniche di previsione dei consumi.


 
 


 

Se desideri partecipare al convegno, iscriviti qui sotto:

 

Ti potrebbero interessare anche

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete