11/04/2023
Servizi a Rete

Chi interverrà e di cosa parleremo | Convegno “Gestione ed ottimizzazione del ciclo idrico integrato”, 18 aprile da SMAT

Convegno di martedì 18 aprile a Torino
SMAT Spa, Padiglione dell’acqua

 

La transizione ecologica ed una più efficiente gestione per la distribuzione e l’uso delle acque richiedono inevitabilmente una nuova visione degli impianti. In occasione di questo convegno faremo un’analisi sulle tecnologie a disposizione e presenteremo le esperienze di utilizzo di differenti gestori. La scelta, a valle della necessità di impianti sempre più performanti per le reti di distribuzione, prevede una conoscenza sempre aggiornata, soprattutto capace di analizzare gli effetti e i benefici offerti dall’efficientamento.

 

 

Gli interventi

Francesca Casarico – Senior Economist, REF Ricerche
Tassonomia UE nel servizio idrico: l’efficienza energetica come strumento di mitigazione al cambiamento climatico

Il servizio idrico è chiamato a contribuire agli obiettivi di decarbonizzazione dell’economia, anche alla luce delle sfide poste dalla riforma della Direttiva Acque Reflue, che imporrà al segmento di depurazione di raggiungere la neutralità energetica nei prossimi anni. In questo contesto, la Tassonomia UE funge da guida per i gestori nel misurare le proprie performances in termini di efficienza energetica e conseguentemente nel direzionare gli investimenti che devono trovare una compenetrazione con gli obiettivi della regolazione ARERA.


Marco Fantozzi – Amministratore, Isle Utilities
Nuovi trend nella gestione delle reti idriche

Negli ultimi decenni il Servizio Idrico è stato oggetto di interesse crescente da parte di ricercatori, tecnici e autorità per la sua importanza strategica e per le urgenti necessità di intervento. Nella presentazione, dopo avere ricapitolato i criteri per la valutazione degli interventi di efficientamento, verranno illustrati i nuovi approcci e tecnologie che si possono utilizzare, anche discutendo di alcuni “falsi” miti.


Luca De Giorgio – Direttore Operativo, SMAT
L’efficientamento energetico negli impianti
di depurazione: il caso dell’impianto SMAT a servizio della Città Metropolitana Torinese

L’attuale contesto ambientale, economico e di crisi energetica pone la necessità di focalizzare l’attenzione sulle possibili soluzioni atte a diminuire significativamente i consumi delle attività più energivore. Gli impianti di depurazione rientrano tra queste attività e l’impianto di depurazione SMAT di Castiglione Torinese si è sempre posto all’avanguardia della tecnica per conseguire obiettivi di riduzione dei consumi energetici nel tempo. L’impianto è stato oggetto di importanti investimenti finalizzati all’ottimizzazione delle performance depurative ed energetiche e la linea acque dell’impianto risulta tuttora oggetto di importanti azioni di miglioramento impiantistico che hanno portato, e porteranno nel breve periodo, notevoli vantaggi gestionali ed una sensibile diminuzione dei consumi energetici.


Davide Ronchi – Global back office engineer WU, Grundfos
Efficientamento energetico stazioni di pompaggio

Dall’esperienza acquisita con gli Audit Energetici sappiamo che il 30-50% dell’energia consumata dalle pompe idrauliche potrebbe essere risparmiata riducendo così le spese energetiche e migliorando la sostenibilità ambientale. Gli Audit Energetici sono strumenti diagnostici per identificare, mediante misurazioni in campo, le condizioni di esercizio ed i consumi energetici.


Enrico Barbero Responsabile del servizio, Alpi Acque
Matteo Gilardi Ufficio tecnico acquedotto, Alpi Acque

L’efficientamento energetico negli impianti potabili di Alpi Acque: il caso della rete idrica di Fossano (CN)

L’intervento di razionalizzazione della rete idrica del comune di Fossano ha permesso di ottenere risparmi energetici pari a circa il 50% dei consumi pre-intervento grazie al rilancio diretto in rete con pompe moderne e performanti. La contestuale distrettualizzazione ha inoltre permesso di agevolare le attività di ricerca perdite e di ottenere una prima riduzione del livello di perdite idriche nella porzione di rete del concentrico.


Andrea Sarasso Responsabile Settore Acquedotto, ASM Vercelli
Efficientamento delle reti di acquedotto con applicazione del sistema DDD: applicazioni su impianti di ASM Vercelli

In collaborazione con Grundfos sono state avviate attività di audit energetici c/o alcune stazioni di pompaggio, che hanno consentito l’elaborazione di progetti di ammodernamento degli impianti ed efficientamento energetico degli stessi, in particolare con sostituzione di pompe e quadri elettrici di controllo, in abbinamento al sistema DDD (demand driven distribution) di Grundfos.
Il sistema consente fra l’altro il controllo in automatico della regolazione della pressione in uscita dagli impianti, mediante rilevazione del carico in punti remoti/critici della rete, consentendo così di realizzare un consistente risparmio energetico legato non solo all’efficienza dei motori ed all’ottimizzazione degli avviamenti delle macchine, ma anche alla regolazione delle pressioni ai livelli minimi indispensabili a garantire la qualità del servizio agli utenti. 


Pietro Oliva – Senior Digital Sales Specialist WU Europe, Grundfos
Grundfos Utility Analytics

Una soluzione su base cloud che grazie ai dati presenti nei sistemi esistenti (es.: SCADA, GIS, WFM e altri) implementa dei moduli di facile utilizzo e configurabili per gestire al meglio gli asset della rete, monitorarne e predirne il comportamento, supportare la pianificazione e l’operatività nel campo. La piattaforma consente inoltre di valutare diversi scenari nel tempo, permettendo la validazione dei dati esistenti grazie al team di Grundfos e aiutando al meglio il gestore nelle scelte strategiche nella sua rete.

 

 

Se desideri partecipare al convegno, iscriviti qui sotto:

 

Ti potrebbero interessare anche

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete