Telecomunicazioni

Digitalizzazione, creazioni di reti in fibra ottica a banda ultra-larga e sviluppo della tecnologia 5G.

La partnership ha l’obiettivo di ottimizzare il traffico dati e creare punti di interconnessione avvicinando i contenuti agli utenti, con un miglioramento delle prestazioni dei servizi digitali
Il gestore ha dato il via agli interventi infrastrutturali previsti dalla Strategia nazionale per la Banda Ultra Larga, finanziati in parte attraverso i fondi del PNRR e in parte da investimenti del Gruppo TIM.
La nuova infrastruttura di 1.700 chilometri serve più di 133 mila abitazioni e 688 uffici pubblici. Il Molise è la prima regione italiana a connettere 130 comuni con la rete in fibra ottica FTTH.
L’iniziativa, nata dalla collaborazione fra Open Fiber, INRiM e INGV, ha superato la peer-review della comunità scientifica per solidità del metodo di analisi utilizzato, qualità della ricerca e grado di innovazione.
La Commissione UE ha stabilito i tempi per la dismissione della rete telefonica in rame, che dovrà essere sostituita con la fibra ottica o la tecnologia FWA (che combina fibra ottica e rete 5G), ma in Italia solo il 20% delle linee attive è in fibra.
Il gestore specializzato nella connettività in fibra ottica aderisce alla piattaforma, che conta oltre 17.000 aziende, per condividere e migliorare le performance ESG in un’ottica di sostenibilità della catena del valore
Open Fiber è stata premiata con l’FTTH Council Europe Operator Award 2024, il riconoscimento europeo assegnato alle realtà che hanno contribuito allo sviluppo di infrastrutture in fibra ottica FTTH (Fiber To The Home).
Cellnex Italia e Cellnex Francia, Gruppo FS (ANAS e RFI), Accenture e Open Fiber, con il supporto del Ministero delle Imprese e del Made in Italy (MIMIT), della Regione Piemonte e dell’Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica (INRiM), lavoreranno allo sviluppo dell’infrastruttura 5G in Europa. Realizzeranno uno studio di fattibilità volto ad assicurare una copertura con tecnologia 5G nei tunnel ferroviario e stradale del Fréjus, che collegano la Francia all’Italia.
Molto proficuo il bilancio delle attività realizzate nel 2023 dall’azienda. Oltre 3,3 milioni gli smart meter installati e più di 330.000 gli impianti rinnovabili connessi all’infrastruttura, che continua a svilupparsi nel segno del digitale e della sostenibilità, per aumentare l’hosting capacity, favorire l’elettrificazione dei consumi e migliorarne la resilienza.
Il Comune della provincia di Enna è stato coinvolto nel ‘Piano Italia a 1 Giga’ di Open Fiber, progetto finanziato dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. L’intervento del Gestore prevede di portare la fibra ultraveloce a 1.813 numeri civici, che verranno raggiunti dalle reti FTTH e FWA.

Articoli Recenti

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete