Reti idriche

Opere di rifacimento e adeguamento di condotte idriche ed acquedotti, interventi di ricerca perdite con tecnologie digitali, analisi acque e depurazione, approvvigionamento e gestione sostenibile delle risorse idriche.

Una nuova fusione è stata siglata in questi giorni tra Sile Piave e Sisp che entreranno dal primo gennaio nel nuovo soggetto Piave Servizi. I presidenti Vittorio Andretta e Francesco Borga hanno sottoscritto l’atto di fusione per incorporazione in Piave Servizi, concludendo nei tempi previsti l’iter amministrativo.
È stata recentemente illustrata durante una conferenza stampa una convenzione tra il Comune di Bari e Acquedotto Pugliese. Si tratta di un nuovo piano tecnologico sviluppato dall’AQP, che prevede l’introduzione di misuratori idrici digitali di ultima generazione e un servizio di smart city, imperniato sulla lettura a distanza studiato espressamente per i Grandi Clienti dell’AQP.
Dotarsi di nuove tecnologie per avvicinare i cittadini al consumo dell’acqua buona che sgorga dai rubinetti delle case è la nuova iniziativa di Acque del Chiampo che verificata l’eccezionale qualità dell’acqua ha pensato di dotarsi di una nuova APP per consentire l’accesso ai dati qualitative e di consumo per tutti I cittadini ed anche per le aziende che usufruiscono del servizio. AdC Mobile è il nome dell’applicazione.
Tutti i servizi Abbanoa ora on-line; dopo un lungo periodo servito alla raccolta dei dati di tutti gli utenti collegati si è passati al trasferimento su una maxi piattaforma digitale che mentre stiamo scrivendo sta ricevendo la migrazione già in corso. Murtas e Ramazzotti assicurano che d’ora in poi i cittadini potranno eseguire ogni tipo di operazione senza necessità di firme direttamente da casa.
Si procede a pieno regime all’Aquila per i lavori di ricostruzione che riguardano il tunnel tecnologico. Iniziata la fase di completamento impiantistico della prima sottoarea, ora si procede con la seconda sottoarea per lo scavo ed il posizionamento del tunnel che conterrà le reti di distribuzione idrica, le fognature, la rete Enel a bassa e media tensione per l’illuminazione pubblica e privata, la rete telefonica e quella a fibra ottica.
È molto vicino l'accordo con cui Iren rileverà il controllo di Atena, multiutility della provincia di Vercelli e già partecipata al 40% dal gruppo. Nello scenario del consolidamento tra ex municipalizzate del Nord, restano altre due operazioni in pipeline: la joint venture A2A-Linea Group (in fase estremamente avanzata con deadline fissata a dicembre) e la possibile integrazione tra Hera e Aimag Modena.
La sensibilizzazione al territorio assume oggi nuove forme comunicative e soprattutto differenti programmi che puntano soprattutto alla dimostrazione di quello che si deve fare per il territorio e soprattutto COME. Il programma elettorale di un candidato Sindaco del comune di Vasto (CH) propone argomenti come la ricerca perdite idriche, il risanamento no dig delle reti acquedotto, la videoispezione e mappatura delle reti fognarie.
Si svolgerà a L’Aquila il 22/23 marzo il convegno di Gran Sasso Acqua che attraverso un evento speciale, a cui parteciperanno i responsabili di tutte le Utility e le aziende che si sono aggiudicate il primo ed il secondo lotto per la ricostruzione della città, intende celebrare la propria rinascita proprio in concomitanza con la Giornata Mondiale dell’Acqua. In primo piano il cunicolo tecnologico, un’operazione da 80 milioni di euro che ne fa la più grande opera pubblica del dopo terremoto.
I prodotti di telegestione SOFREL offrono una serie di soluzioni per la sorveglianza, l'automatizzazione e la gestione a distanza degli impianti di reti di acque reflue e pluviali. La telegestione, presente a tutti i livelli della rete di acque reflue, ne consente il controllo tecnico costante e permette di prevedere eventuali malfunzionamenti potenzialmente dannosi per l'ambiente o per la salute della popolazione.
758 sorgenti, 439 serbatoi, oltre 2000 km di tubi di cui 1356 di fognatura oltre a 27 impianti di depurazione, questo l’impegno di Secam, azienda pubblica proprietà degli Enti locali di Valtellina e Valchiavenna, messo in campo per l’efficientamento di tutto il servizio idrico integrato. Un impegno di circa 77 milioni di euro che il nuovo gestore unico investirà attraverso la copertura finanziaria che sarà assicurata dalle tariffe pagate dagli utenti.

Articoli Recenti

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete