Depurazione

La Regione Sicilia, i comuni di Castelvetrano e Partanna, firmano con Terna un accordo finalizzato alla realizzazione del nuovo collegamento elettrico tra Italia e Tunisia, concordate anche le attività volte al bilanciamento ecologico
La salvaguardia dell’ambiente e l’efficientamento delle infrastrutture sono al centro dell’impegno di Gori, Ente Idrico Campano e Regione Campania, in un’ottica di miglioramento della qualità di vita dei cittadini.
Sarà completato a metà del 2025 il nuovo collettore intercomunale che recapita i reflui dei due comuni dell’Alta Valsassina al depuratore di Taceno. Un progetto da due milioni di euro, che migliorerà il servizio e faciliterà il controllo e la manutenzione dell’infrastruttura.
È entrato in attività all’interno del centro idrico di Longa, che alimenta l’acquedotto di Montecchio Maggiore, il sistema di filtri a carboni attivi grazie al quale Acque del Chiampo punta a raggiungere l’obiettivo Zero Pfas
Acque Veronesi ha avviato un doppio intervento, del costo complessivo di 350 mila euro, per la dismissione di alcune vasche imhoff nei comuni di Marano di Vapolicella e Montecchia di Crosara.
La Regione ha siglato l’accordo di programma con il MASE che porterà 15,3 milioni per opere di ammodernamento dei sistemi fognari e di depurazione di tre comuni della provincia di Savona e uno della Città metropolitana di Genova.
Concluso il complesso di opere, progettate dal gestore idrico con Ingegnerie Toscane, che permettono al comune del Chianti fiorentino di uscire dalla procedura di infrazione comunitaria. I lavori, realizzati con una spesa di 25 milioni di euro, hanno visto la realizzazione del nuovo impianto di depurazione di Ponterotto, il rinnovo della rete fognaria nel capoluogo, il potenziamento di quella della frazione di Mercatale e del depuratore al suo servizio.
Con un investimento di quattro milioni e mezzo di euro il gestore toscano ha messo in programma un intervento di efficientamento e ristrutturazione dell’impianto di depurazione situato a Lido di Camaiore, in Via del Termine.
ENEA, in collaborazione con Gruppo Hera, ha installato presso l’impianto di trattamento delle acque urbane di Cesena un sistema per il monitoraggio real-time della carica batterica dei reflui depurati.
Il budget per l’anno in corso del gestore idrico della provincia di Lecco conferma l’alto volume di investimenti, pari a 105 euro per abitante, secondo il trend in atto negli ultimi nove anni. L’ammodernamento dell’Acquedotto Brianteo, il collettamento dei reflui da Oliveto Lario verso il depuratore di Valmadrera e la dismissione del depuratore di Imbersago sono i principali interventi in programma, senza trascurare la digitalizzazione e distrettualizzazione delle reti per la riduzione delle perdite.

Articoli Recenti

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete