30/11/2023
Servizi a Rete

Attuazione PNRR per le gestioni salvaguardate

Il progetto presentato per il finanziamento (a valere sulla misura M2C4-I4.2 del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) interessa 14 Comuni dell’ambito territoriale della Città Metropolitana di Palermo (organizzati secondo lo schema dell’Unione di Comuni – Caltavuturo, Campofelice Roccella, Castelbuono, Collesano, Gangi, Geraci Siculo, Gratteri, Isnello, Petralia Soprana, Petralia Sottana, Polizzi Generosa, Pollina, Scillato e Sclafani Bagni), mirato alla mappatura, modellizzazione, ricerca perdite e interventi di distrettualizzazione e di manutenzione e ripristino per l’efficientamento delle reti di approvvigionamento idrico.

L’AMAP, società con capitale interamente pubblico, Gestore Unico dell’ATO 1 Palermo – che ha in corso un percorso di allargamento del proprio perimetro “in house” con l’obiettivo fissato dal piano d’Ambito di gestire 59 comuni degli 82 facenti parte dell’ATO 1 Palermo – ha d’altro canto ricevuto a valere della misura M2C4-I4.1 del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza fondi per la realizzazione di due interventi – 59,9 M€ finanziati su 87,8 M€ – per far fronte al decadimento delle caratteristiche delle acque grezze, per impianti caratterizzati da un’alta resilienza e modularità, con monitoraggio in continuo e controllo da remoto dei processi, impiegando apparecchiature ad alta efficienza e dai minori consumi energetici specifici:

  • adeguamento e rinnovo funzionale del potabilizzatore Jato: potenzialità di 1.200 l/s, anche in presenza di concentrazioni elevate di ammonio, di manganese e TOC, oltre che presenza algale significativa ed alta torbidità;
  • Impianto di potabilizzazione Sorgente Presidiana: potenzialità di 500 l/s, per un’acqua con salinità non compatibile per l’uso diretto, realizzando l’intero comparto di adduzione e scarico.

L’impiego delle schede tecniche che contestualizzano il principio di non arrecare un danno significativo all’ambiente (DNSH), nonché i riferimenti normativi e le check list di verifica e controllo, hanno permesso di effettuare le valutazioni e verifiche per il rispetto, nell’intero ciclo di vita delle opere, del DNSH e di sostenibilità dell’opera.

Ti potrebbero interessare anche

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete