12/10/2018
Servizi a Rete

Anche il comune di Lecco dà l’ok al teleriscaldamento di Silea


Dopo il via libera di Malgrate e Valmadrera, arriva anche quello di Lecco. Il consiglio comunale della città lombarda, ha infatti approvato la convenzione per la realizzazione del sistema di teleriscaldamento, che oltre Lecco servirà anche i comuni di Magrate e Valmadrea. Un passo importante per la sorte dell’opera, che a breve passerà al vaglio anche del consiglio di Regione Lombardia.
Opera che secondo il progetto di Silea, la società pubblica che gestisce il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti in provincia di Lecco che l’ha promossa, sarà realizzata con la formula del project financing. Sarà la società aggiudicatrice del bando, al momento in fase di sviluppo, a farsi carico della progettazione e costruzione della centrale di alimentazione e della rete, della loro manutenzione e di tutte le attività di ricerca e contrattualizzazione degli utenti a fronte della concessione del servizio per 35 anni. Ad alimentare il sistema, in realtà, sarà l’energia termica recuperata dall’impianto di incenerimento dei rifiuti situato a Valmadrera, da riconvertire, del quale l’Autorizzazione integrale ambientale (Aia) scade nel 2032. A quella data però non è detto che l’Aia venga prorogata. A tale proposito nel bando sarà previsto anche l’impegno per il gestore a trovare sistemi alternativi di alimentazione dell’infrastruttura e sostenibili, per i quali è richiesto anche uno studio di fattibilità.
Le cifre previste per la costruzione del sistema ammontano a circa 29,4 milioni di euro per la rete e a 10 milioni per la centrale.

Ti potrebbero interessare anche

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete