14/04/2016
Servizi a Rete

Al Fuorisalone anche la mitica vedovella


Attraverso il linguaggio della creatività, abbiamo immaginato con gli studenti un possibile restyling della vedovella, la mitica fontanella famosa in tutto il mondo. Le 564 vedovelle presenti in città non verranno sostituite né modificate: rappresentano – infatti – un elemento identitario imprescindibile.
Nella cornice di queste giornate creative milanesi, con la premiazione dei migliori concept, prende avvio un’intensa attività di comunicazione sociale sull’acqua di Milano che vede insieme MM e Pubblicità Progresso.
Il valore dell’acqua pubblica, la buona gestione della preziosa risorsa e le caratteristiche uniche del servizio idrico integrato della città di Milano, saranno i contenuti di questa capillare campagna.
‘Abbiamo dimostrato in questi anni di saper gestire il servizio pubblico, primaria responsabilità per una società come la nostra, ma non dobbiamo e possiamo limitarci ad offrire ai cittadini ottimi servizi’ ha dichiarato Stefano Cetti, Direttore Generale di MM S.p.A. ‘Fin dalla costruzione della M1, inaugurata nel 1964, l’impronta di architetti come Noorda ed Albini, hanno proiettato Milano nel futuro. Senza dimenticare che una delle più belle centrali dell’acquedotto, quella di San Siro, è stata progettata da Giò Ponti e realizzata nel 1948. Quindi è stato naturale per noi cercare di proseguire questa mission, cioè quella di promuovere il valore dell’arte che diventi così patrimonio di tutti, con diverse iniziative: da Arte Sotto Milano alla Street Art, alla Stazione del Passante Forlanini e oggi con questo possibile restyling del Drago Verde, la vedovella progettata nel 1931, famosa in tutto il mondo che rappresenta uno dei simboli di Milano. Un lascito in collaborazione con NABA e Domus che, speriamo, sia da stimolo alle future generazioni’.
‘Il progetto #ildragoverdesiveste mette in scena l’incontro tra un elemento simbolico dell’immaginario storico Milanese – ha dichiarato Luca Poncellini, Direttore Master Interior di NABA – e una molteplicità di giovani, creativi, provenienti da luoghi differenti dell’Italia e del mondo: il globale si confronta con il locale, il futuro con il passato, il singolare con il plurale’.
La premiazione del concept vincitore è in programma nella sede di MM venerdì 15 aprile. Sarà successivamente prodotto in un unico esemplare e posizionato in città.
Nella stessa data, e sempre nell’ambito del Fuori Salone, la Società organizza una performance on street di danza contemporanea a cura del corpo di ballo ‘Adriana Cava Jazz Ballet’.

Ti potrebbero interessare anche

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete