05/07/2017
Servizi a Rete

Aeegsi: in consultazione il documento per l’immissione in rete del biometano


L’Autorità per l’energia elettrica il gas e il servizio idrico con il documento per la consultazione 484/2017/R/gas illustra i propri orientamenti in merito alle modifiche da apportare alle direttive per le connessioni degli impianti di produzione di biometano alle reti del gas naturale.
Il procedimento di aggiornamento, cui l’Aeegsi ha dato il via con la delibera n. 239/2017/R/gas dello scorso 13 aprile, si è reso necessario a seguito della cessazione del periodo di standstill, dopo l’approvazione lo scorso settembre della norma europea EN 16723-1. Norma che il nostro paese ha recepito a dicembre con la pubblicazione della UNI EN 16723-1, la norma tecnica italiana che contiene le specifiche di qualità per il biometano, da immettere nelle reti di distribuzione.
A seguito della ricognizione della normativa in materia di specifiche del gas naturale e del biometano per l’immissione in rete, nel documento si ipotizza che le disposizioni dell’articolo 3.2 dell’Allegato A della delibera 46/2015/R/gas, siano modificate, introducendo nuovi riferimenti per i gestori in relazione alle specifiche di qualità del biometano.
Nell’ambito del documento vengono anche indicate ipotesi di aggiornamento dei riferimenti in relazione alle modalità operative relative ai processi di misura della quantità e della qualità del biometano immesso in rete, segnatamente con riferimento alla norma UNI EN 16723-1 ed al rapporto tecnico UNI/TR 11537ed. 2016.
In relazione all’esigenza di gestire le differenze nelle specifiche di qualità del biometano previste per immissione in rete e autotrazione (specifiche per l’autotrazione più stringenti rispetto a specifiche per l’immissione in rete), l’Autorità ipotizza che la soluzione più ragionevole, non essendo possibile prevedere restrizioni all’immissione in rete basandosi sulle specifiche per autotrazione, appaia l’installazione di apparecchiature di purificazione presso le stazioni di servizio a valle del punto di riconsegna.
Il termine per far pervenire le proprie osservazioni da parte dei soggetti interessati è fissato al 31 luglio.

Ti potrebbero interessare anche

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete