Acquedotto del Fiora posa con la Toc nuove condotte sotto l’Ombrone


È in programma per la fine di gennaio la messa in esercizio delle nuove adduttrici idriche a servizio della città di Grosseto. Condotte che, attraversando in sub alveo il fiume Ombrone, trasportano l’acqua dal campo pozzi al serbatoio del Grancia, da dove viene distribuita, attraverso la rete idrica cittadina, a tutte le utenze. La posa in opera delle nuove tubazioni permetterà ad Acquedotto del Fiora di eliminare l’attuale attraversamento dell’Ombrone, su Ponte Mussolini, garantito da tre condotte ormai fortemente usurate. E proprio lo stato delle vecchie adduttrici ha spinto l’azienda ha mettere a punto un progetto, dal costo complessivo di 1,2 milioni di euro, in grado di assicurare diversi benefici. Innanzitutto, l’attraversamento in sub alveo, che sarà realizzato mediante la tecnica Toc (trivellazione orizzontale controllata), metterà le tubazioni al riparo da eventuali ondate di piena del fiume. Al tempo stesso garantirà una maggiore sicurezza nell’approvvigionamento idrico grazie alla posa di 7 condotte: le quattro condotte in più rispetto alle precedenti saranno utilizzate come “riserva”, quindi entreranno in servizio in caso di interventi sulle altre tubazioni o come potenziamento in caso di accresciuto fabbisogno idrico.

Ti potrebbero interessare anche

Ricevi le nostre ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter

Richiedi abbonamento

Compila i campi per richiedere il tuo abbonamento alla rivista Servizi a Rete